04.08.2014

Guidi: "Con Bonilli scompare una colonna della cultura enogastronomica del nostro Paese"

“L’improvvisa scomparsa di Stefano Bonilli, fondatore e anima del ‘Gambero Rosso’, ci addolora profondamente. Con lui scompare una colonna della  cultura enogastronomica del nostro Paese. Il suo impegno pluriennale ha contribuito allo sviluppo ed alla conoscenza dell’eccellenza dei vini e dei prodotti agroalimentari delle aziende produttrici e di ristorazione”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura Mario Guidi, commentando la notizia della scomparsa di Bonilli.
 
“Con ‘Gambero rosso’ la rivista, ‘Papero giallo’ il blog – prosegue Guidi –  ha saputo aggiornare i linguaggi e mantenere uno sguardo critico e costruttivo sul settore agroalimentare, ricevendo grandissimi consensi di pubblico”.
 
“Per Bonilli la cucina, i prodotti e le bottiglie sono stati solo un pretesto per parlare della qualità della vita, rivelando sempre – ha concluso il presidente di Confagricoltura - impegno, intelligenza, passione”.