28.12.2016

Lavoro, Guidi: "Non demonizzare i voucher, ma creare un quadro normativo chiaro come in agricoltura, dove l'uso è sotto il 2%"

“Non serve demonizzare i voucher per promuovere l’occupazione, soprattutto dei giovani, ma occorre agire con buonsenso. Sono uno strumento nato per inquadrare i rapporti occasionali di lavoro, mettendoli in chiaro, e far emergere  il lavoro nero. Il problema è quello di disciplinare gli abusi e ciò dipende  principalmente dal quadro normativo che si costruisce per il suo utilizzo. Attenzione però a non creare mostri normativi”. Così Mario Guidi, presidente di Confagricoltura, a proposito delle polemiche sull’abuso dei buoni lavoro.
 
“L’occupazione dipendente del settore agricolo – osserva il presidente di Confagricoltura - costituisce  una quota rilevante nel mercato del lavoro e il trend  è in crescita. Gli occupati sono più di un milione, oltre metà ha meno di 45 anni e viene impiegato per più di 100 giornate l’anno. Nonostante ciò l’agricoltura impiega meno del 2% dei voucher che, esclusivamente nel nostro settore, sono gravati da limitazioni che ne garantiscono l’uso corretto. Possono essere, infatti, utilizzati solo per pensionati, giovani studenti e in attività stagionali, come raccolte e vendemmia”.
 
L’agricoltura, ricorda l’Organizzazione degli imprenditori agricoli, è un settore vitale e innovativo, che offre occupazione sempre più stabile. Confagricoltura si è sempre battuta contro il lavoro nero, come testimonia anche l’iniziativa di dotarsi di un codice etico di valori e responsabilità condivise. Una delle maggiori criticità, però, è rappresentata dalle difficoltà delle imprese agricole a trovare manodopera.
 
“Occorre favorire il buon lavoro. Stiamo andando verso un’agricoltura più professionale, moderna e strutturata, in grado di assicurare occupazione più stabile e di qualità. Bisogna favorire e sostenere questo percorso - conclude il presidente di Confagricoltura - perché sono le imprese più strutturate quelle in grado di assicurare un’occupazione più stabile e sicura”.