15.01.2016

A Grosseto accolto il ricorso alla giustizia tributaria di Confagricoltura contro l'IMU agricola

“Abbiamo sempre contrastato l’Imu agricola, giudicandola un’imposta ingiusta e soggetta a rilievi di costituzionalità. Ora giunge la decisione della Commissione Tributaria Provinciale di Grosseto a ribadire che abbiamo visto nel giusto a contrastarla sindacalmente sin dalla sua prima applicazione”. E’ il commento di Confagricoltura in relazione all’iniziativa ora intrapresa dalla sede territoriale di Grosseto dell’Organizzazione.
 
“Il presidente di Confagricoltura Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna – spiega l’Organizzazione degli imprenditori agricoli - aveva presentato un ricorso alla Commissione tributaria provinciale chiedendo che fosse dichiarata illegittima la richiesta nei suoi confronti da parte del Comune di Orbetello del pagamento dell’Imu agricola per l’anno 2014.
 
“L’Organo della Giustizia tributaria – ricorda infine Confagricoltura - ha accolto l’istanza in quanto  il DL numero 4  del 24 gennaio 2015 viola l’articolo 3 dello statuto del contribuente; ciò perché le disposizioni tributarie non possono avere efficacia retroattiva e, relativamente ai tributi periodici, le modifiche introdotte devono applicarsi solo a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore delle disposizioni che li prevedono”.