08.05.2017

Confagricoltura: assegnate le Bandiere Blu 2017. Ora si attendono le spighe verdi per i comuni rurali

Sono 342, 49 in più rispetto allo scorso anno, le spiagge italiane, con la Liguria al top, che potranno fregiarsi nel 2017 della  Bandiera Blu assegnata dalla Foundation for Environmental Education (Fee) a 163 Comuni e 67 approdi turistici che corrispondono a circa il 5% delle spiagge premiate a livello mondiale. A fare meglio è la Liguria che conquista 27 Bandiere Blu con 2 new entry (Camogli e Bonassola). Al secondo posto della classifica troviamo la Toscana (con 19 località) seguita dalle Marche (17). La Campania raggiunge 15 bandiere con un nuovo ingresso (Sapri) ed anche la Puglia mantiene le 11 bandiere. L’ambito riconoscimento da trent’anni viene assegnato in oltre 40 paesi dalla Foundation for Environmental Education (FEE), la Fondazione per l’Educazione Ambientale con sede in Danimarca, sulla base di 32 criteri guida  che vanno dall’assoluta validità delle acque di balneazione all’efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, da spazi verdi ai servizi degli stabilimenti balneari.

“E’ con soddisfazione che annunciamo anche per il 2017, un aumento di comuni Bandiera Blu, ben 163 - commenta Claudio Mazza presidente della Fee Italia - . E’ un percorso che porta in maniera dinamica ed efficace le amministrazioni locali a cogliere nuove sfide per la gestione sostenibile del territorio, mettendo al centro la connessione terra-mare. Proprio in quest’ottica dallo scorso anno il programma Bandiere Blu è stato affiancato a quello dello Spighe Verdi destinato ai comuni rurali realizzato in collaborazione con Confagricoltura.  Abbiamo ben chiaro che le criticità ambientali si devono affrontare con una visione di sistema più ampia, coinvolgendo tutti i soggetti della comunità locale in un percorso di miglioramento continuo”.

Il programma parte dal presupposto che agricoltura e sostenibilità siano due realtà indissolubili e che dal loro rapporto  dipenderà molto del futuro del nostro territorio. Per questo nasce Spighe Verdi: per fornire uno strumento che guidi i Comuni rurali, passo dopo passo, a scegliere strategie di gestione in un percorso virtuoso che giovi, contestualmente, all’ambiente e alla qualità della vita della comunità.
 
Nel 2016 sono state date le prime 13 Spighe Verdi sul territorio italiano e molte le nuove richieste arrivate da parte dei Comuni per il 2017. Entro il mese di giugno la cerimonia di assegnazione.