13.04.2018

Vinitaly, Confagricoltura: nella "Galleria delle Regioni", percorsi guidati e degustazioni nella grande Italia del vino e dei prodotti tipici

La ricca tavolozza di terroir che rende l’Italia unica al mondo per varietà di vitigni è protagonista al Vinitaly nello stand di Confagricoltura (Hall D Stand E2–F3). L’organizzazione professionale agricola accoglie i visitatori in un ampio spazio arricchito dai fiori e dalle piante della Liguria e celebrando i vini e i loro territori di origine nella Galleria delle Regioni, la hall of fame dedicata alle produzioni vitivinicole di tutte le regioni italiane. Un percorso alla scoperta delle denominazioni maggiormente rappresentative delle aree più vocate, illustrate nella grafica e arricchite con alcune etichette in esposizione. Il viaggio nella Galleria delle Regioni si può effettuare a piccoli gruppi – su prenotazione allo stand - insieme a un sommelier e culmina con un assaggio di alcuni vini nella vasta area dedicata nello stand confederale.
 
Ad arricchire il programma di appuntamenti istituzionali e approfondimenti curati da Confagricoltura sono anche le presentazioni e degustazioni guidate dei vini e dei prodotti tipici di alcune regioni che si terranno nella sala incontri dedicata. In quest’area, da domenica a mercoledì, si succederanno i gusti, i sapori e le storie che compongono la grande Italia dei vini.
 
Questo il programma degli appuntamenti regionali:
 
Domenica 15 aprile - Ore 11.00
I vini e i territori della Campania
 
Una degustazione delle principali denominazioni e indicazioni geografiche che hanno reso la Campania una delle regioni di rilievo nel panorama vitivinicolo: dall’Aglianico al Fiano, dal Greco di Tufo al Cabernet Sauvignon, in particolare le ultime tre vendemmie, con alcune fughe nel tempo per i vini più strutturati. Ne emerge un quadro variegato che non tralascia neanche i rosati, tornati alla ribalta sui mercati internazionali.
 
Martedì 17 aprile – Ore 10.00
Sapori di Puglia
 
Il “tacco” d’Italia propone alcuni abbinamenti che esaltano la ricchezza enogastronomica regionale: è il caso dell’oliva Bella di Cerignola, dei Taralli e dell’olio extravergine di oliva. Un racconto goloso impreziosito dal Negroamaro, dal Fiano, dal Nero di Troia e da altri vini dalle origini antiche e dall’indiscussa qualità.
 
Martedì 17 aprile – Ore 12.00
Piemonte in tutti i sensi
 
La regione che vanta il maggior numero di vini a denominazione propone un percorso guidato alla scoperta di gusti e territori dalle Alpi alle Langhe e Monferrato. Si degusteranno il Crudo di Cuneo, il riso Carnaroli, i formaggi d’alpeggio della Valsusa e il Gorgonzola. Il viaggio enologico passa attraverso lo spumante brut Alta Langa, il neonato Asti Secco, il Roero Arneis, il Grignolino d’Asti, il Gattinara e il Caluso Passito.
 
Martedì 17 aprile - Ore 12.00
Vini di montagna del Veneto
 
Di scena la vitivinicoltura della provincia di Belluno, che nel solco di un’antica tradizione sta riscoprendo il proprio potenziale enologico, con i vitigni autoctoni e internazionali che ben si adattano al terroir e al clima dolomitico. L’incontro pone attenzione in particolare alle varietà autoctone Bianchetta, Pavana, Gata, Turca, ma anche ad alcuni vitigni internazionali che in queste zone stanno dando buoni risultati.
 
Martedì 17 aprile – Ore 13.00
Sapori e odori della Liguria
 
La Liguria, con i suoi vini sempre più premiati dalle guide, propone in degustazione anche un percorso alla scoperta delle eccellenze gastronomiche: l’olio extravergine di oliva, le prelibate acciughe delle Cinque Terre e il celeberrimo Pesto di basilico.
 
Martedì 17 aprile - Ore 13.45
I vini sostenibili del Veneto
 
Seminario dedicato alla sostenibilità ambientale della produzione viticola veneta. La regione presenta il rapporto relativo al progetto di ricerca sul Glera resistente curato dal CREA e i primi risultati di un lavoro finalizzato al monitoraggio dell’evoluzione dei sistemi di difesa della vite negli ultimi tre anni.
 
Martedì 17 aprile – Ore 15.00
Unione golosa di prodotti autentici
 
L’Oltrepò Pavese in scena nella degustazione della Lombardia che porta in primo piano il Salame di Varzi con il suo territorio abbinato ai vini di alcune aziende della zona. Ma le province di Bergamo, Brescia, Pavia e Mantova propongono rispettivamente domenica 15, lunedì 16, martedì 17 e mercoledì 18 aprile un brindisi con i vini dei territori nella Galleria delle Regioni.
 
Mercoledì 18 aprile – Ore 11.30
Lambrusco e Pignoletto: bollicine dell’Emilia
 
Sui colli di Bologna si coltiva il Pignoletto fin dall’epoca etrusca e romana. Ora è anche una Docg che sta conquistando i consumatori e che viene proposto in degustazione in diverse versioni. Il viaggio prosegue poi con il rosso frizzante di Modena per eccellenza, il Lambrusco nella versione secca ed amabile.