08.11.2018

Ortofrutta, Confagricoltura a 'The Rome Table": la capitale ha posizione strategica e di fascino per rilanciare incontri d'affari ed export

Si è conclusa con successo “The Rome table”, la due giorni dedicata alla crescita delle esportazioni italiane di ortofrutta nel mondo. E’ stata organizzata dall’agenzia specializzata Omnibus con la partnership di Confagricoltura, Fruitimprese, Italia Ortofrutta Unione Nazionale, Italmercati e sostenuto da Euler Hermes, dal CAR (Centro Agro-alimentare Roma) e da Fedagromercati-Confcommercio. Alla kermesse sono intervenuti il vicepresidente di Confagricoltura, Nicola Cilento ed il direttore generale Francesco Postorino.
 
Per la prima volta, alla manifestazione erano presenti anche category manager di catene della GDO estera, insieme ad una trentina di importatori e rappresentanti di catene di supermercati provenienti da Austria, Croazia, Francia, Germania, Polonia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Svizzera per quanto riguarda l’Europa e da Arabia Saudita/Emirati, Argentina, Brasile, Canada, Egitto e India.
 
«Gli incontri b2b – ha sottolineato il vicepresidente di Confagricoltura – permettono, come abbiamo già sperimentato con successo a Palazzo della Valle per il vino, appuntamenti privati e confidenziali, veri e propri incontri di business con operatori professionali di importanti aziende con l’obiettivo di consolidare o avviare la propria presenza su tali mercati».
 
«La nostra ortofrutta – ha rimarcato Cilento – è uno dei più importanti simboli del made in Italy agroalimentare e merita di rafforzarsi sui mercati internazionali. Le numerose imprese presenti hanno dimostrato come Roma, attraverso eventi specializzati sul business come questo, possa decisamente qualificarsi - per le sue caratteristiche e la sua posizione, tra Eurasia, Africa e Medio Oriente - un importante polo di riferimento del commercio ortofrutticolo mondiale».
 
Particolarmente vocate all’export le imprese di Confagricoltura presenti: Ecofarm (Caltanissetta), Vittoria Tomatoes (Ragusa), OPAgrinsieme (Roma), Eurocirce (Latina), Civ e Mazzoni spa (Ferrara), Jingold spa (Cesena), Geofur (Verona), Sanifrutta soc agricola (Cuneo), Frigenti group (Salerno), Op Ventrone (Caserta), Spreafico (LC) e Peviani (PV).