10.01.2018

Lombardia, Boselli: “I candidati al Parlamento e alla Regione prendano coscienza dell’importanza e delle problematiche del comparto agricolo”

In questi mesi, in Lombardia i buoni andamenti del prezzo del latte e delle carni suine hanno generato un incremento di redditività della zootecnia (ad eccezione del comparto delle carni bovine). Positivi anche i settori del vino (con un deciso incremento dell’export) e della quarta gamma. In particolare difficoltà anche in Lombardia, invece, ci sono la cerealicoltura, la risicoltura e l’allevamento avicolo a causa dell’epidemia di influenza aviaria. “In Lombardia – commenta Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura a livello regionale – l’agricoltura ha tenuto maggiormente rispetto ad altri territori italiani grazie alle buone dinamiche dei prezzi della zootecnia, ma l’instabilità caratterizza tutti i comparti ed i livelli delle produzioni vegetali si sono dimostrati insoddisfacenti e minati dall’andamento climatico. Inoltre – prosegue Boselli – i costi di produzione sono rimasti elevati, compromettendo la redditività delle coltivazioni”. Il 2018, secondo Confagricoltura Lombardia, sarà un anno estremamente importante, anche per le scadenze elettorali che lo caratterizzeranno a breve. “I numeri nazionali dimostrano – conclude il presidente Boselli – la necessità di un sostegno vero se vogliamo dare un futuro alla nostra agricoltura: è importante che i candidati al Parlamento e alla Regione prendano coscienza dell’importanza e delle problematiche di questo settore, facendosi poi portavoce delle nostre istanze nel delicato confronto che si sta aprendo a Bruxelles sul futuro della Pac: auspichiamo che le promesse che stiamo già sentendo in questi primi giorni di campagna elettorale trovino poi conferma nei fatti”.