08.05.2019

Il 10 maggio celebrazione dei 100 anni di Confagricoltura Forlì-Cesena-Rimini

Appuntamento con Carlo Carli, Giorgio Amadei e il presidente nazionale Massimiliano Giansanti
 
CARLO CARLI: “CONFAGRICOLTURA AL FIANCO DEGLI IMPRENDITORI. LA NOSTRA STORIA FRA DIFESA DELLE IMPRESE E INNOVAZIONE”
 
Forlì - 1919-2019 sono 100 gli anni di storia che Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini festeggia quest’anno. Per questo è stato pensato un calendario di iniziative che approfondiscano il ruolo dell’associazione di categoria con una prospettiva futura.
 
Il primo degli appuntamenti è in programma a Forlì, nella sala Zambelli della Camera di Commercio della Romagna (in Corso della Repubblica, 5) venerdì 10 maggio alle ore 16.15. Farà gli onori di casa Carlo Carli, presidente di Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini. A seguire interverranno Giorgio Amadei, Professore emerito Facoltà di Agraria Università di Bologna e Massimiliano Giansanti, Presidente Confagricoltura.
 
Al professor Giorgio Amadei è affidata una relazione cruciale per il dipanarsi della storia dell’organizzazione dal titolo “L’agricoltura e le sue rappresentanze. Riflessioni sugli ultimi 100 anni”. Al presidente nazionale Massimiliano Giansanti saranno affidate le conclusioni con uno sguardo al futuro e all’Europa “Confagricoltura: radici storiche e prospettive future”.
 
“Sarà l’occasione – spiega Carlo Carli – per approfondire la storia dell’impresa agricola nelle nostre province. L’orgoglio di essere Confagricoltura è rappresentato dal ruolo, sempre in prima linea, nella difesa delle imprese viste come proprietà. I nostri associati sono storicamente imprenditori e come tali si muovono nel modo di agire, di pensare, di essere. In questo sta il nostro senso di appartenenza, al fianco delle imprese. Confagricoltura inoltre rappresenta più del 50% della forza lavoro delegata. Siamo quindi leader tra le associazioni di categoria datoriali. Da sempre rivendichiamo i principi della liberà di impresa e della legalità di impresa”.
 
Il convegno è tanto più importante per il risvolto di grande attualità dei temi in agenda “Oggi – conclude Carlo Carli - siamo di fronte a scenari nuovi e ad importanti traguardi. Non solo perché compiamo come Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini 100 anni, ma anche perché il mondo in questi 100 anni è tanto cambiato, al punto da rendere sempre più necessario il lavoro altamente qualificato dei nostri uffici e l’organizzazione forte territorialmente, in rete con gli altri territori e con il nazionale. Confagricoltura non è solo sinonimo di impresa, ma anche di innovazione. Siamo promotori di innovazione a livello legislativo, con le reti di impresa e storicamente con la riforma dei patti agrari e della giovane imprenditoria, attraverso la legge di orientamento. Innovatori anche con le nostre aziende, sia con le tecniche agronomiche, che con la meccanizzazione e oggi, sempre più con l’agricoltura 4.0, l’informatizzazione e l’agricoltura di precisione”.