10.10.2018

Siena: Cavicchioli (Unione agricoltori), burocrazia frena certificazione antimafia e rallenta pagamenti Pac

Secondo quanto emerge da un'analisi dell'Unione provinciale agricoltori relativa alle domande di aiuto presentate nel 2018 dai suoi associati, oltre 103 domande di contributo pac per un importo di oltre 2 milioni sono ferme nel limbo della burocrazia, probabilmente a causa di "ritardi nell'adeguamento del sistema informatico" agli adempimenti per la certificazione antimafia. "Cosi' l'introduzione di una normativa dall'intento nobile, rischia ora di danneggiare proprio chi dovrebbe difendere", spiega il direttore dell'Upa Gianluca Cavicchioli, che rilancia la proposta di erogare gli acconti a quelle aziende in cui le prefetture non ravvedono criticita', salvo poi rivalersi in un secondo momento in sede di saldo. Cavicchioli esprime preoccupazione anche per l'introduzione dell'obbligo di presentazione di ulteriore documentazione bancaria relativa ai conti correnti, il tutto in "assenza di dialogo informatico fra l'ente pagatore nazionale agea, l'anagrafe tributaria e l'agenzia delle entrate".