12.06.2018

Agricoltori autorizzati ad abbattere cinghiali tutto l’anno, Martinoni: “La decisione della Regione va nella direzione che abbiamo indicato”

Il PLAUSO DI CONFAGRICOLTURA BRESCIA PER LA SCELTA DELLA GIUNTA LOMBARDA Il presidente dell’organizzazione di via Creta: “Finalmente la Lombardia ha fatto la scelta giusta, per evitare la proliferazione di questi animali: ci auguriamo che l’assessore Rolfi intervenga anche per il contrasto di altri esemplari di fauna selvatica, dannosi per i raccolti agricoli e per la sicurezza”

Con una delibera della Giunta approvata oggi, la Regione Lombardia autorizza gli agricoltori, provvisti di regolare licenza, ad abbattere i cinghiali tutto l’anno. L’opera di contenimento di questi animali non viene così affidata esclusivamente ai corpi di polizia e ai cacciatori.
“Siamo molto soddisfatti per questa decisione – spiega Francesco Martinoni, presidente di Confagricoltura Brescia – perché va nella direzione che abbiamo indicato da tempo: il contenimento dei cinghiali rappresenta un elemento di sicurezza ed evita gravi danni ai raccolti agricoli che, come sottolineato dall’assessore Rolfi, comportano poi indennizzi a carico della Regione e quindi ricadono sulla collettività. Ci auguriamo – continua Martinoni - che l’assessore regionale all’Agricoltura, dopo aver iniziato molto bene il proprio mandato, intervenga anche per il contrasto di altri esemplari di fauna selvatica, a partire dalle nutrie, come più volte chiesto dalla nostra organizzazione”.