12.09.2017

Millenaria 2017 a Mantova: bilancio positivo per il Confagricoltura Village

L’edizione 2017 della fiera Millenaria di Gonzaga è andata in archivio e il bilancio non può che essere positivo per il Confagricoltura Village, lo spazio di Confagricoltura Mantova all’interno dell’ex convento di Santa Maria: «Sono stati nove giorni intensissimi – ha detto il presidente Matteo Lasagna – ricchi di appuntamenti estremamente variegati. Rispetto allo scorso anno abbiamo voluto diversificare la nostra proposta proponendo al pubblico, oltre ai normali momenti convegnistici, anche degustazioni e laboratori e dando spazio alla voce dei nostri produttori, che rappresentano l’anima della nostra organizzazione». Grande interesse ha riscosso il progetto di filiera “MantoGrano”, sviluppato assieme a Molino Magri, Cna Mantova e società Albaverde, con due appuntamenti di estremo rilievo: «In primis – prosegue Lasagna – abbiamo avuto la conferenza stampa nel padiglione Mantova Golosa, alla presenza degli assessori regionali all’agricoltura Gianni Fava e allo sviluppo economico Mauro Parolini, assieme ai quali abbiamo presentato nuovamente tutte le potenzialità del progetto di filiera del grano mantovano, volto a offrire pane e prodotti da forno realizzati da grani coltivati esclusivamente nella nostra provincia. Poi c’è stato il MantoGranoLab, organizzato assieme a Molino Magri, durante il quale Marino Tanfoglio ha illustrato al pubblico come realizzare pane e focacce con le nostre farine di filiera. Durante la fiera inoltre era presente uno stand per la vendita di prodotti “MantoGrano”, che ha riscosso notevole successo».
 
Un aspetto di novità di questa edizione 2017 del Confagricoltura Village sono state le interviste con i produttori. Tre appuntamenti, il primo con Franco Accorsi e i suoi vini biologici, il secondo con Carlo Spazzini e le sue uova da allevamento all’aperto, l’ultimo con Luca Mattioli e i suoi salumi artigianali, che hanno permesso al pubblico di scoprire storie e segreti interessantissimi, oltre che di degustare i prodotti delle aziende di Confagricoltura: «Abbiamo fortemente voluto portare i nostri imprenditori in fiera – ha spiegato Lasagna – sono loro che ogni giorno lavorano le nostre terre ed è da loro che possiamo e vogliamo apprendere nozioni e curiosità. Confagricoltura è rappresentata dai suoi produttori ». Si è puntato poi sul racconto di colture e allevamenti magari ancora di nicchia, ma con un potenziale estremamente interessante: «Abbiamo parlato di bambù, una coltura in rapida espansione e con una miriade di utilizzi possibili, assieme al Consorzio bambù Italia e ad Onlymoso. Grande successo ha avuto poi la giornata dedicata all’elicicoltura, che ci ha fatto scoprire ogni segreto dell’allevamento delle chiocciole». Bene sono andate anche la degustazione organizzata con il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano e il laboratorio per la produzione di marmellate, allestito dall’azienda alimentare San Martino: «Peccato solo che il maltempo ci abbia costretto a rimandare il concerto finale dei Galpedro, ma la premiazione della rassegna fotografica “Giovane Terra”, organizzata da Anga e Agia, è andata benissimo. Le foto hanno arricchito splendidamente il nostro Village».  Interessantissimi anche i temi toccati durante la cena-convegno (a invito) dedicata al mondo delle Pmi, che ha visto come ospiti i rappresentanti di Confidi Systema, Confindustria e Confartigianato.