21.05.2018

Oltre 18.000 presenze al Food&Science di Mantova

Attualità, innovazione alimentare, nuove scoperte: con oltre 18mila presenze lo scorso 20 maggio si è chiusa la seconda edizione del Food&Science Festival, la manifestazione promossa da Confagricoltura Mantova e ideata da Frame-Divagazioni scientifiche.
"Dopo la prima edizione non era scontato replicare il successo di argomenti e contenuti: ebbene, quest'anno possiamo dire che il Food&Science è l'unico Festival che parla davvero di cibo e scienza senza rivendicare una verità univoca ma favorendo la capacità di confronto e la costruzione di idee" ha dichiarato al termine della manifestazione Matteo Lasagna, presidente di Confagricoltura Mantova e vicepresidente di Confagricoltura.
"Un anno e mezzo fa, quando si preparava la prima edizione, ricordo quando Matteo Lasagna ci ha raccontato questa idea", ha aggiunto Mattia Palazzi, sindaco di Mantova. "Ci chiedevamo: si riuscirà a far diventare attrattivo un festival che parla di cibo, agricoltura e scienza? L'obiettivo era quello di portare in città l'agricoltura. Non immaginavo un successo simile: non solo è importante essere riusciti a farlo per il secondo anno, ma essere riusciti a coinvolgere scuole, famiglie, pubblico e a divertire all'interno di un festival competente".
Molto affollate le conferenze e il talk-show (in collaborazione con Syngenta) con Antonio Pascale, che ha esplorato alcune delle grandi domande che riguardano il mondo dell'agricoltura insieme ai suoi ospiti, e l'approfondimento dedicato all'Economia circolare: nuovi modelli di produzione e consumo, in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center, con Guido Saracco e Massimiano Tellini.
Successo anche per l'incontro dedicato al progetto MantoGrano a cura di Molino Magri e per il focus sulle regole fondamentali da seguire per una corretta alimentazione che coniughi benessere e attività sportiva. Di grande richiamo il confronto sulle sfide del marketing in tempo di crisi in collaborazione con Consorzio tutela Grana Padano, Consorzio formaggio Parmigiano Reggiano e Granarolo e l'incontro La qualità del cibo: come si valuta e come si garantisce promosso da Assica, in cui sono state descritte le soluzioni più innovative per assicurare la shelf life dei prodotti e la tavola rotonda Niente più scarti, solo preziose risorse! (in collaborazione con Gruppo Tea).
Quest'anno il Festival ha posto l'accento sull'equilibrio tra tecnologia, ricerca e innovazione, sottolineando l'importanza dello scambio di idee e conoscenze.
Con incontri e approfondimenti volti a sottolineare il profondo legame tra cibo e agricoltura e, ancor di più, il ruolo che scienza e innovazione rivestono nel comparto agricolo, ha rinnovato la propria presenza Syngenta. Dopo il successo ottenuto dalla prima edizione dello scorso anno, è tornato il convegno Mais in Italy, in occasione del quale Syngenta e Confagricoltura hanno siglato un protocollo di collaborazione per la valorizzazione della produzione maisicola nazionale.
Nella giornata dedicata agli imprenditori agricoli, inoltre, l'azienda è stata protagonista di un focus sull'agricoltura 4.0.
Hanno completato il quadro di ricerca, tecnologia e innovazione Argo Tractors - Landini, con un focus sull'agricoltura di precisione, l'incontro in collaborazione con Anga - Giovani di Confagricoltura Mantova e con Lely Center Mantova, azienda produttrice di robot per la mungitura, e l'evento sulle proprietà nutraceutiche degli alimenti in collaborazione con l'Ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali della provincia di Mantova.