Dal territorio
Renzo Nolli (Libera), "La nuova Pac deve sostenere le imprese agricole"
11.02.2019

Renzo Nolli (Libera), "La nuova Pac deve sostenere le imprese agricole"

L’incontro “PAC verso la riforma 2020, a che punto siamo?”  - organizzato dalla Libera Associazione Agricoltori Cremonesi in collaborazione con CremonaFiere - non solo ha riscosso un buon successo di pubblico ma è stata anche l’occasione per rilanciare alcune proposte sulla prossima riforma della Pac. Soprattutto per le aziende professionali e orientate al mercato.
Renzo Nolli, presidente della Libera, ha manifestato la concreta preoccupazione, nonostante la probabile proroga della PAC, per la sostenibilità economica delle aziende che rischiano di non avere la giusta valorizzazione dai tavoli istituzionali della UE  deprimendo quindi investimenti in risorse umane e tecnologiche alla base della imprenditorialità agricola della pianura padana.
Antonio Pascale, scrittore e ispettore Mipaaft, ha coinvolto il pubblico in un’intrigante narrazione sul miracolo della rivoluzione agricola: dalla fame di fine '800 alla sovrabbondanza dei nostri giorni. Gabriele Canali, docente all’Università del Sacro Cuore Piacenza – Cremona, ha richiamato alcuni concetti importanti per il futuro dell’agricoltura professionale focalizzando l’attenzione verso i grandi investimenti e l’impegno lavorativo già espressi dal mondo delle imprese agricole intenzionate a resistere e competere in mercati sempre più difficili. Uno strumento possibile per contribuire al ribilanciamento è togliere il collegamento diretto della produzione con la superficie agricola valorizzando il differente valore aggiunto prodotto da ciascuna azienda. Un impegno forte quello di Lara Comi , europarlamentare, verso la definizione di un budget per il periodo post 2020. Comi ha concluso il convegno ponendo l’accento sull’importanza del momento per il futuro dell’agricoltura europea e delle eccellenze produttive italiane in particolare richiamando la necessità di consegnare al prossimo Parlamento europeo l’approvazione di una posizione chiara sulle priorità dell’agricoltura europea che devono necessariamente contenere i tagli alle risorse della prossima PAC. 
 
Il convegno si inserisce nell’ambito di una serie di incontri riuniti sotto il titolo “AgricUltura.Cr.Ue” in programma presso il Centro Congressi di CremonaFiere. Il prossimo appuntamento è “Suinicoltura, le sfide del 2019: benessere animale, nitrati e sanità degli allevamenti” previsto venerdì 15 febbraio alle 15.00.