Dal territorio
Ultimo appuntamento a Cremona con AgricUltura.Cr.Ue. Rolfi, per la gestione dell'acqua istituito tavolo di concertazione
04.03.2019

Ultimo appuntamento a Cremona con AgricUltura.Cr.Ue. Rolfi, per la gestione dell'acqua istituito tavolo di concertazione

Si è svolto l’ultimo degli incontri del ciclo “AgricUltura.Cr.Ue” promosso da Libera Associazione Agricoltori Cremonesi e CremonaFiere dedicato al tema dell’acqua e dell’irrigazione. Renzo Nolli, presidente della Libera, ha aperto la giornata ricordando come “L’acqua sia un fattore indispensabile per l’agricoltura della intera pianura padana e che attraverso di questa, grazie alle sue produzioni e trasformazioni, alimenti un ciclo economico virtuoso per tutto il paese che comprende anche gli aspetti ambientali. Se manca l’acqua agli agricoltori viene a mancare tutto questo, dunque ad essi vanno fornite le massime priorità. Soprattutto nei momenti di scarsità”. In seguito l’intervento di Paolo Micheletti, direttore del Dunas, che ha illustrato nei dettagli e dal punto di vista tecnico la situazione ed il funzionamento del complesso sistema irriguo della Pianura padana e del cremonese. A cui ha fatto seguito Diego Teruzzi, dell’assessorato al territorio di Regione Lombardia, che ha illustrato l’impegno della Regione e i legami territoriali e amministrativi nonché politici dell’intero bacino padano per la gestione delle acque. Ricordando il ruolo fondamentale svolto dai Consorzi di bonifica ed irrigazione. Ha concluso i lavori l’assessore all’agricoltura Fabio Rolfi che non si è nascosto dietro le difficoltà, anzi si è assunto la responsabilità di alcune scelte e ha detto che “va bene la parte tecnica e gestionale, ma su questo problema è necessario un approccio un po’ più politico con decisioni che devono essere concordate con tutti i portatori di interesse. Tra i quali quelli agricoli devono avere la priorità. Per queste ragioni ho già concordato la costituzione di un tavolo permanente per il governo delle acque lombarde”. Tavolo che si riunirà a breve per affrontare per tempo la campagna irrigua 2019, come era nel titolo dell’incontro.