Dal territorio
Festival di Sanremo: il successo della 68° edizione è anche un successo florovivaistico. Mai così in vista le eccellenze floricole della Liguria
12.02.2018

Festival di Sanremo: il successo della 68° edizione è anche un successo florovivaistico. Mai così in vista le eccellenze floricole della Liguria

Il ringraziamento di Confagricoltura Liguria al sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri
 
A due giorni dalla conclusione trionfale del Festival di Sanremo rimane ancora vivido il successo della manifestazione ma anche il risalto davvero unico ed assoluto dei “Fiori made in Liguria”, mai come in questa occasione al centro delle scene del festival della canzone italiana. 
Confagricoltura Liguria, in una sua nota, esprime il suo ringraziamento ad Alberto Biancheri che, oltre ad essere stimato ed apprezzato sindaco di Sanremo, è storico ibridatore e produttore di ranuncoli ed anemoni nonché associato all’organizzazione datoriale, ovvero Confagricoltura
Le parole dello stesso Biancheri rimarcano un successo a tutto tondo della manifestazione. 
“Un trionfo nei dati di ascolto - precisa il sindaco Biancheri - per un festival che ha sprigionato una bellezza ed una forza senza pari, arrivando a raggiungere 40 milioni di Italiani”. 
La promozione della città, , del territorio e delle sue eccellenze, attraverso il Festival e le miriadi di trasmissioni collaterali hanno raggiunto livelli rari”. 
Non sarà sfuggito, precisa la nota di Confagricoltura Liguria, il costante “apparire” dei fiori della Liguria, nei bouquet con costanza omaggiati alle artiste ed alle illustri ospiti della kermesse, al pari del fiore simbolo della lotta alla violenza verso le donne, per arrivare ai colorati fiori che hanno abbellito gli occhielli delle giacche di molti degli artisti in gara ed, in alcuni casi anche il microfono di alcuni cantanti. 
Non è da meno il forte richiamo alla floricoltura della scenografia e delle immagini sul palco dell’Ariston al pari dell’arcobaleno tipicamente con varietà liguri ad incorniciare l’ingresso del teatro stesso. 
E il merito di tutto ciò va - secondo Confagricoltura Liguria - ricondotto anche al sapiente lavoro di un sindaco attento ai valori della floricoltura del Ponente che ha saputo, insieme a tutte le strutture del Comune valorizzare tutto ciò. 
E lo stesso Biancheri, nel suo ringraziamento a fine Festival, rimarca lo straordinario lavoro di team. “Dietro tutto questo lavoro enorme non può che esserci un grande lavoro di squadra. Grazie alla Rai - precisa Biancheri - per l’ottima e proficua collaborazione che va al di là della convenzione stipulata”. Il sindaco non dimentica, nel richiamato lavoro di team, tutte le istituzioni pubbliche e private che hanno permesso non solo a Sanremo ma a tutta la Liguria, di essere al centro dell’attenzione di ben 40 m milioni di Italiani. 
“Bellissimo Festival - sottolinea il presidente ligure di Confagricoltura, Luca De Michelis - e molto bene l’attenzione data ai fiori di Sanremo - molti fiori all’occhiello, bei bouquet messi in risalto, diversi ‘richiami floreali’ da conduttori, cantanti e istituzioni. Meglio avere i nostri meravigliosi prodotti floreali continuamente in primo piano che ‘relegati’ in fondo alla scenografia”. 
Un grazie - conclude il presidente di Confagricoltura Liguria - va al sindaco per aver sapientemente ‘aiutato’ tutto ciò con un paziente lavoro che da qualche anno porta avanti. Ed il risultato si vede”. 
Un Festival che ormai è davvero “fiore all’occhiello” della promozione del Made in Liguria.
 
I NUMERI DEL COMPARTO
 
Nel triennio 2013/2016, in Liguria, assistiamo ad un decremento di 3.344.050 piante in vaso in serra, cui corrisponde, però, un aumento delle piante in vaso in piena aria pari a 25.206.700 vasi in più.  Crescono i fiori recisi in serra con un aumento pari al 4,73 %, cui corrisponde un calo vistoso dei fiori recisi in piena aria (-31,32 %). Dimezzate le fronde in serra. Calo del 10,89 % delle fronde in piena aria.
A livello provinciale, nel 2016, Savona rappresenta il 68,14 % delle piante in vaso in serra, il 96,98 % delle piante in vaso in piena aria. Ad Imperia c’è l’ 84,11 % della produzione di fiori recisi in serra e il 93,40 % dei fiori recisi prodotti in piena aria. Sempre ad Imperia si concentra il 96,68 % delle fronde in serra ed il 97,53 % di quelle in piena aria
Le sole aziende floricole liguri hanno generato, nel 2016, una produzione in migliaia di euro pari a 755.880,14 € cioè l’ 1,7 % del totale italiano. In Liguria sono stati prodotti, nel solo 2016, secondo l’annuario statistico di Unioncamere 126.280.830 di piante in vaso. 756.968 di fiori recisi.