05.07.2018

Qualità: Confagricoltura Puglia, Cia e Fedagri Confcooperative Puglia insieme per sottoscrivere un protocollo d'intesa con CSQA e Valoritalia

Affrontare il mercato servendosi di strumenti innovativi. Garantire ai consumatori qualità dei prodotti e dei processi di produzione. Soprattutto nell’agroalimentare la certificazione di qualità è un elemento imprescindibile per le imprese che intendano lanciarsi su mercati nuovi e spesso altamente competitivi.   Le opportunità derivanti dalla certificazione volontaria per le imprese agricole saranno l’oggetto del protocollo d’intesa che Confagricoltura Puglia, Cia Puglia e Fedagri Confcooperative venerdì 6 luglio (ore 15,30, negli uffici di Confagricoltura - via G. Amendola 166/5) sottoscriveranno con Valoritalia e Csqa.   Valoritalia è società leader in Italia autorizzata Mipaaf: fornisce alle aziende un ampio pacchetto di servizi di certificazione volontaria e di certificazioni delle produzioni biologiche.
Csqa è una società di certificazione attiva nei settori dell’agroalimentare, dei beni di consumo, della ristorazione, dei servizi tecnici e professionali, della Pubblica amministrazione e dei servizi alla persona.   All’incontro, aperto alla stampa, parteciperanno: il presidente di Confagricoltura Puglia, Donato Rossi, il direttore di Sia Puglia, Danilo Lolatte, il presidente di Fedagri Confcooperative Puglia, Vincenzo Patruno, il presidente nazionale di Valoritalia, Francesco Liantonio, il direttore generale di CSQA, Piero Bonato.   “Con la firma di questo protocollo - spiega Donato Rossi, presidente di Confagricoltura Puglia intendiamo fornire ai nostri associati un pacchetto di servizi innovativi e permettere loro di aprirsi nuovi spazi avendo un potere contrattuale più ampio rispetto al passato nello svolgimento delle proprie transazioni commerciali”.