arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Confagricoltura Donna

Audizione Agrinsieme: imprenditoria agricola femminile traino per la transizione sostenibile

09 marzo 2021
Audizione Agrinsieme: imprenditoria agricola femminile traino per la transizione sostenibile -  Confagricoltura Donna | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

“Promuovere e valorizzare l’imprenditoria femminile in agricoltura significa sostenere lo sviluppo del Paese dal punto di vista produttivo, ma anche sociale e umano, dal momento che ancora molto resta da fare per raggiungere la parità e l’uguaglianza di genere. Le aziende femminili, inoltre, sono le più impegnate nella sicurezza alimentare, nel biologico, nella custodia della biodiversità, nella tutela del paesaggio e del territorio: in sostanza la parte candidata a essere capofila nella costruzione e attuazione della transizione sostenibile. Numeri alla mano, le imprenditrici agricole rappresentano il 31% del totale, con una percentuale che resiste alla crisi, mantenendosi costante dal 2010 e risultando superiore a quella degli altri settori produttivi”. Lo ha sottolineato il coordinamento di Agrinsieme, che riunisce Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, intervenendo in audizione in Comagri Camera nell’ambito dell’esame della PdL sulla disciplina dell’agricoltura multifunzionale e la promozione dell’imprenditoria e del lavoro femminile nel settore agricolo.

“Le imprenditrici agricole hanno naturale propensione all’innovazione e alla multifunzionalità e capacità di saper leggere i cambiamenti economici e sociali che caratterizzano il contesto rurale”, ha osservato il Coordinamento, suggerendo a tal proposito la costituzione di un Ufficio permanente al Mipaaf che, in accordo con gli enti preposti, si occupi espressamente di promuovere le competenze imprenditoriali delle donne.

“Parallelamente - ha proseguito Agrinsieme - reiteriamo la richiesta di ricostituire un Osservatorio nazionale per l’imprenditoria e il lavoro femminile in agricoltura, così da poter contare su di uno specifico organismo che si occupi di valorizzare e salvaguardare il ruolo delle imprenditrici agricole nel settore primario, come proposto e ottenuto in occasione della Giornata europea dell’agricoltrice del lontano 1996, mettendo a disposizione innanzitutto dati certi, ma anche normative, percorsi guidati per accedere ai finanziamenti e al credito, informazioni sulla pubblicazione di bandi, soluzioni per eventuali problemi procedurali e un punto di contatto con i competenti uffici delle regioni”.

“E’ molto sentita, infatti, la necessità di avere politiche che promuovano le competenze imprenditoriali delle donne, garantendo al contempo una maggiore formazione professionale e l’istruzione continua, fornendo altresì una maggiore consulenza finanziaria finalizzata a un miglioramento della qualità e a uno sviluppo sostenibile delle aree rurali; tali esigenze dovranno tradursi in provvedimenti legislativi adeguati che gettino le basi delle linee di intervento delle future politiche di sviluppo rurale e strutturali”, ha concluso il coordinamento di Agrinsieme.

***

Agrinsieme è costituita dalle organizzazioni professionali Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Copagri e dalle centrali cooperative Confcooperative FedAgriPesca, Legacoop Agroalimentare e Agci Agrital, a loro volta riunite nella sigla Alleanza Cooperative Italiane - Settore Agroalimentare. Il coordinamento Agrinsieme rappresenta oltre i 2/3 delle aziende agricole italiane, il 60% del valore della produzione agricola e della superficie nazionale coltivata, oltre 800mila persone occupate nelle imprese rappresentate.

Le più lette

Vedi tutte
Autorevolezza e gentilezza, il nuovo dg di Confagricoltura
Autorevolezza e gentilezza, il nuovo dg di Confagricoltura
24 giugno 2022Notizie Brevi
Siccità: la ricetta di Confagricoltura a Sky tg 24 con gli interventi di Giansanti, Barrile e Allasia
Siccità: la ricetta di Confagricoltura a Sky tg 24 con gli interventi di Giansanti, Barrile e Allasia
30 giugno 2022Dicono di noi
Censimento Istat: aziende sempre più grandi e strutturate. Gli investimenti in innovazione e digitale spingono verso l’agricoltura del futuro
Censimento Istat: aziende sempre più grandi e strutturate. Gli investimenti in innovazione e digitale spingono verso l’agricoltura del futuro
28 giugno 2022Comunicati
Assemblea Annuale Agronetwork - Sostenibilità, Innovazione e Sicurezza Alimentare
Assemblea Annuale Agronetwork - Sostenibilità, Innovazione e Sicurezza Alimentare
28 giugno 2022Comunicati
Fitofarmaci: la proposta della Commissione UE penalizza ancora le imprese agricole
Fitofarmaci: la proposta della Commissione UE penalizza ancora le imprese agricole
22 giugno 2022Comunicati
Contratto di lavoro operai agricoli e florovivaisti, Confagricoltura: segnale importante e grande senso di responsabilità
Contratto di lavoro operai agricoli e florovivaisti, Confagricoltura: segnale importante e grande senso di responsabilità
24 maggio 2022Comunicati
Federdoc, Giansanti: “Auguri al neo presidente Bonaldi. Grazie a Ricci Curbastro per il suo impegno”
Federdoc, Giansanti: “Auguri al neo presidente Bonaldi. Grazie a Ricci Curbastro per il suo impegno”
28 giugno 2022Comunicati
Latte: costi di produzione lievitati. Avviate le trattative per il nuovo accordo sul prezzo
Latte: costi di produzione lievitati. Avviate le trattative per il nuovo accordo sul prezzo
01 luglio 2022Comunicati
Confagricoltura: Giansanti a Torino chiede una food policy a livello globale per tutelare le produzioni di qualità
Confagricoltura: Giansanti a Torino chiede una food policy a livello globale per tutelare le produzioni di qualità
29 giugno 2022Dal Territorio
CGBI presenta la filiera Agri.Bio.Metano: agricoltori e allevatori insieme ai produttori di zucchero, latte e conserve alimentari per sostituire il gas russo con il biometano ottenuto da sottoprodotti agricoli e agroindustriali
 CGBI presenta la filiera Agri.Bio.Metano: agricoltori e allevatori insieme ai produttori di zucchero, latte e conserve alimentari per sostituire il gas russo con il biometano ottenuto da sottoprodotti agricoli e agroindustriali
23 giugno 2022Dal Territorio
Chiudi