arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Dal Territorio

A rischio la produzione di Stelle di Natale. "Servono interventi urgenti a sostegno del comparto"

27 novembre 2020
A rischio la produzione di Stelle di Natale.

La crisi del settore florovivaistico è sempre più forte. Questo secondo lockdown dovuto all’emergenza Covid-19, ha messo in ginocchio le aziende del settore, per le quali non sono previsti ristori sostanziali. A lanciare l’allarme sono la Cia Toscana Nord e Confagricoltura Lucca, aderenti ad Agrinsieme, che evidenziano come, in un periodo cruciale come il Natale, il rischio dell’invenduto è decisamente molto alto.

«E’ un qualcosa che abbiamo già visto con il passato lockdown di marzo e aprile – dicono le due associazioni di categoria – quando la produzione del nostro comparto florovivaistico è rimasta invenduta ed è andata perduta, causando gravi perdite a uno dei comparti più importanti e vitali dell’economia territoriale. Vogliamo scongiurare che questa stessa situazione si ripresenti anche in occasione del Natale».

La produzione di stelle di Natale, legata soprattutto alla Versilia, è la più importante in Toscana e tra le prime in Italia. Qua, infatti, poche aziende producono grandi quantità di stelle di Natale, che sono destinate al mercato nazionale: «Si tratta di aziende medio-grandi – spiegano Alberto Focacci e Antonio Dati, rispettivamente direttori di Cia Toscana Nord e Confagricoltura –, fortemente penalizzate dai precedenti provvedimenti di ristoro. Adesso, invece, servono misure adeguate alla specificità del comparto».

Anche nel caso terminasse la situazione di lockdown e la Toscana uscisse dalla zona rossa, la situazione non migliorerebbe sostanzialmente: «Il Natale di quest’anno – dicono Focacci e Dati – sarà sicuramente diverso e avrà un tono più dimesso rispetto agli anni passati e questo potrebbe portare a un crollo delle vendite. Abbiamo già investito del problema la Regione Toscana – concludono i due direttori – e adesso attendiamo che ci vengano fornite risposte a quello che riteniamo essere una questione che non può essere rimandata ulteriormente, considerata l’importanza di questo comparto produttivo per l’economia di tutta la regione».

Le più lette

Vedi tutte
Recovery, Giansanti al premier Conte: “Una nuova alba dell’agricoltura con investimenti, programmazione e riforme”
Recovery, Giansanti al premier Conte: “Una nuova alba dell’agricoltura con investimenti, programmazione e riforme”
22 gennaio 2021Comunicati
Fragilità e incertezza sui mercati, Commissione UE propone di rivedere aiuti di Stato. Accolta la richiesta avanzata da Confagricoltura
Fragilità e incertezza sui mercati, Commissione UE propone di rivedere aiuti di Stato. Accolta la richiesta avanzata da Confagricoltura
21 gennaio 2021Comunicati
USA, inizia l'era Biden: Momento del dialogo per superare dazi e ritorsioni commerciali
USA, inizia l'era Biden: Momento del dialogo per superare dazi e ritorsioni commerciali
20 gennaio 2021Comunicati
Il Libro Bianco del verde 2021. Da Confagricoltura e Assoverde un invito al cambiamento in nome della salute
Il Libro Bianco del verde 2021. Da Confagricoltura e Assoverde un invito al cambiamento in nome della salute
16 gennaio 2021Comunicati
Superbonus 110%. Accolte le richieste di Confagricoltura
Superbonus 110%. Accolte le richieste di Confagricoltura
23 dicembre 2020Notizie Brevi
Agronetwork e Confagricoltura insieme con BNL Gruppo BNP Paribas nel webinar «Modelli e servizi dedicati alle imprese agroalimentari»
Agronetwork e Confagricoltura insieme con BNL Gruppo BNP Paribas nel webinar «Modelli e servizi dedicati alle imprese agroalimentari»
22 gennaio 2021Comunicati
Parte il Censimento agricolo di Istat. I CAA di Confagricoltura pronti ad assistere i produttori
Parte il Censimento agricolo di Istat. I CAA di Confagricoltura pronti ad assistere i produttori
07 gennaio 2021Comunicati
Crisi clementine, intervenire prima che sia troppo tardi
Crisi clementine, intervenire prima che sia troppo tardi
15 gennaio 2021Comunicati
Recovery, Giansanti ad Askanews: "Investire per generare valore aggiunto"
Recovery, Giansanti ad Askanews:  "Investire per generare valore aggiunto"
25 gennaio 2021Dicono di noi
L'agricoltura ai tempi del Covid: il direttore generale Francesco Postorino a Rete Sole
L'agricoltura ai tempi del Covid: il direttore generale Francesco Postorino a Rete Sole
20 gennaio 2021Dicono di noi
Chiudi