arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Dal Territorio

Borsa merci: prezzo grano duro invariato. Schiavone: Decisivo il ruolo delle Organizzazioni dei produttori per fermare le speculazioni

08 settembre 2023
Borsa merci: prezzo grano duro invariato. Schiavone: Decisivo il ruolo delle Organizzazioni dei produttori per fermare le speculazioni -  Dal Territorio | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

Ammonta a circa 250 milioni di euro la perdita di valore in una giornata per l’agricoltura italiana, se si usa come parametro la quotazione del grano duro registrata a Foggia, una delle Borse Merci italiane di riferimento per questo prodotto, la scorsa settimana. Anche nel 2023 la produzione nazionale di grano duro, infatti, si attesta complessivamente intorno ai 4milioni di tonnellate, con i 6 euro in meno al quintale registrati la scorsa settimana i conti sono facili. Il calo ovviamente non è uniforme in tutta Italia e certo non tutta la produzione è stata venduta a quel prezzo, ma è altresì chiaro che crolli di queste dimensioni non possono che generare grande apprensione tra i produttori agricoli.

Così come è evidente che, come in tutti i mercati, la perdita di qualcuno genera vantaggi ad altri. Ed è per questo che "Come Confagricoltura Foggia – dichiara il presidente, Filippo Schiavone - rimarchiamo la necessità di fermare queste politiche speculative che nel medio periodo possono distruggere la cerealicoltura del nostro territorio, una delle eccellenze produttive di Capitanata. Anche per questo vanno rispettate in modo ferreo tutte le regole che riguardano l’importazione di materia prima dall’estero. Anche perché la filiera legata al grano duro italiano, rappresenta uno dei pochi solidi pilastri su cui regge l’economia provinciale".

Oggi alla Borsa Merci il prezzo è rimasto invariato, dimostrando che il continuo altalenante prezzo di questa materia prima, oltre che da situazioni di geopolitica internazionale e dall’andamento dei mercati mondiali, è regolato da interventi speculativi che seppur periodici, non possono essere più sopportati dal mondo agricolo. Speculazioni che, inoltre, spesso finiscono col generare ripercussioni sui prezzi di alcuni prodotti finiti lungo la filiera che danneggiano in modo significativo le fasce più deboli della popolazione."

La soluzione più sensata per gli agricoltori, ribadisce Schiavone, rimane quella di regolare l’immissione di flusso di grano sui mercati, in modo da trovare un prezzo equilibrato al nostro oro giallo. Politiche commerciali che scaturiscono, come insegnano le elementari regole della microeconomia, da un soddisfacente punto di incontro tra domanda e offerta. Ma tutto questo avviene solo se tutti i coltivatori di grano duro comprendono che c’è bisogno di conferire il prodotto a chi è in grado di arginare con la propria massa critica le speculazioni sul prezzo. Questo lo possono fare meglio le Organizzazioni di prodotto o le Cooperative Agricole che, oltre a svolgere con la forza dei grandi numeri le trattative sul mercato, possono esercitare un ruolo di 'banca di prodotto', garantendo un ordinato flusso finanziario che spesso manca alle imprese di settore, specie le più piccole.

"Sono queste le vere azioni di sistema per la categoria che possono tutelare il valore delle nostre aziende senza per questo rinunciare all’imprescindibile rapporto interprofessionale con le altre componenti della la filiera, necessario a rafforzare la competitività complessiva del nostro territorio", conclude il presidente di Confagricoltura Foggia. 

Le più lette

Vedi tutte
UE, Giansanti: "Bene presa di posizione dei capi di Stato e di governo su agricoltura, ma è indispensabile un cambiamento radicale e urgente della PAC"
19 aprile 2024Comunicati
UE, Giansanti: "Bene presa di posizione dei capi di Stato e di governo su agricoltura, ma è indispensabile un cambiamento radicale e urgente della PAC"
Confagricoltura Donna Puglia: sabato a Castellaneta la presentazione del libro 'Le grandi chef in una ricetta'
19 aprile 2024Dal Territorio
Confagricoltura Donna Puglia: sabato a Castellaneta la presentazione del libro 'Le grandi chef in una ricetta'
Food&Science Festival: presentato il programma dell'ottava edizione (Mantova, 17-19 maggio 2024)
19 aprile 2024Dal Territorio
Food&Science Festival: presentato il programma dell'ottava edizione (Mantova, 17-19 maggio 2024)
Giansanti sul Sole 24 Ore: Le politiche agricole europee dovrebbero imparare dal pragmatismo USA
19 aprile 2024Dicono di noi
Giansanti sul Sole 24 Ore: Le politiche agricole europee dovrebbero imparare dal pragmatismo USA
PSA, situazione sempre più allarmante per gli allevamenti italiani e la produzione di salumi. Rudy Milani a Radio 24
19 aprile 2024Dicono di noi
PSA, situazione sempre più allarmante per gli allevamenti italiani e la produzione di salumi. Rudy Milani a Radio 24
Vinitaly 2024: a Tg 2 Eat Parade il presidente Giansanti sulle dinamiche di mercato del comparto vitivinicolo
19 aprile 2024Dicono di noi
Vinitaly 2024: a Tg 2 Eat Parade il presidente Giansanti sulle dinamiche di mercato del comparto vitivinicolo
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
18 aprile 2024Comunicati
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
Crediti d'imposta investimenti 4.0, Confagricoltura soddisfatta per l'impegno del ministro Urso ad emanare il decreto attuativo entro la prossima settimana
18 aprile 2024Comunicati
Crediti d'imposta investimenti 4.0, Confagricoltura soddisfatta per l'impegno del ministro Urso ad emanare il decreto attuativo entro la prossima settimana
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
18 aprile 2024Dicono di noi
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
17 aprile 2024Comunicati
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
Chiudi