arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Dal Territorio

Confagricoltura apre la Fiera a Codogno: le sfide del futuro della zootecnia al centro del convegno promosso dall’Organizzazione

14 novembre 2023
Confagricoltura apre la Fiera a Codogno: le sfide del futuro della zootecnia al centro del convegno promosso dall’Organizzazione -  Dal Territorio | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

La tradizione incontra la sfida del cambiamento, nella riflessione proposta da Confagricoltura Milano Monza Brianza nell’ambito della Fiera di Codogno, con un focus specifico sulle prospettive della zootecnia padana.

Al polo fieristico codognese, il presidente dell’organizzazione interprovinciale Francesco Pacchiarini ha parlato vigilia dell’inaugurazione ufficiale della 232ª edizione della storica manifestazione: «Il sistema agricolo lodigiano crea un indotto di immenso valore, con i suoi allevamenti, i prodotti Doc e Igp che fanno grande Made in Italy, gli impianti energetici, le innovazioni tecnologiche, tuttavia le nostre imprese subiscono in modo sempre più pressante gli effetti dei mercati altalenanti e dell’inflazione: condizioni che ci portano a interrogarci sulla direzione del nostro comparto».

Francesco Passerini, sindaco di Codogno, ha sottolineato, nel contesto della rassegna agricola codognese, la piena ripresa del progetto Agrifiera, per mettere a sistema la Fiera di Codogno con tutti i soggetti del settore «che lavorano per il suo sviluppo futuro e per creare valore aggiunto per il territorio».

«Celebriamo con questa iniziativa un patrimonio di valori e modelli tradizionali - ha rimarcato il presidente della Provincia di Lodi Fabrizio Santantonio -. La riflessione dei rappresentanti di categoria ci offre una preziosa chiave di lettura dei cambiamenti che oggi e da sempre l’agricoltura affronta con grande capacità di interpretare la modernità e con flessibilità, nonostante le tante incognite che escono dalle dinamiche territoriali e si allargano alla dimensione internazionale».

Franco Lucente, assessore della Regione Lombardia, è entrato nel merito del rapporto tra mobilità e mondo agricolo: «L’obiettivo di Regione Lombardia è aumentare l’accessibilità ai terminal intermodali, favorendo così il trasporto e la logistica delle merci. Un percorso che necessita di un sistema trasportistico e viabilistico moderno ed efficiente, in grado di guardare con attenzione alle nuove tecnologie anche in ambito agricolo e zootecnico».

A Denis Pantini, Direttore dell’Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma, il compito di approfondire le più recenti evoluzioni dei mercati: «Con l’inflazione al 6% sui prodotti alimentari, gli italiani consumano meno e crescono gli acquisti nei discount». Discreta la tenuta degli acquisti di carne bianca, calano invece carne rossa, formaggi e latticini. Diminuiscono gli sprechi e la scelta ricade su prodotti di minor pregio. Germania e Stati Uniti rimangono, come in passato, i mercati di riferimento per l’agroalimentare italiano, con un andamento della richiesta similare al mercato interno. La stima di ripresa in tema dei consumi alimentari - secondo Pantini - è legata alla riattivazione del ciclo economico, con migliori prospettive per il 2024.

Maria Chiara Zaganelli, Direttrice generale dell’Istituto di Servizi per il Mercato agricolo (Ismea), affiancata da Maria Rosaria Napoletano, Direttrice servizi per lo Sviluppo rurale di Ismea, ha ricordato alcuni dati: sono 246mila le aziende zootecniche in Italia che producono valore per 20,9 miliardi. Il nostro Paese è il primo esportatore in Europa di prosciutti stagionati e il terzo di formaggi e latticini. Le difficoltà in zootecnia sono legate soprattutto all’approvvigionamento dei prodotti per l’alimentazione del bestiame, provenienti per il 50% dall’estero, e ai costi di produzione in costante crescita. In un quadro di luci e ombre, Zaganelli ha evidenziato che le aziende vogliono investire in innovazione e che una su tre dichiara di essere disponibile a destinare più fondi alla tecnologia. «Occorre guardare al futuro e puntare sull’innovazione per realizzare investimenti nel settore, innalzare i livelli di benessere animale, incrementare di conseguenza la sostenibilità ambientale degli allevamenti, e rispondere coerentemente alle richieste del mercato e del Green Deal. Con il Fondo Innovazione di Ismea - ha dichiarato - vogliamo assicurare risorse per la zootecnia e per tutti gli altri comparti agricoli, al fine di rafforzare il connubio tra sostenibilità ambientale ed economica».

Ermanno Comegna, esperto di politiche agricole e zootecniche ha messo in luce opportunità e limiti della nuova politica agricola comune. In chiusura, è intervenuto Marco Osnato, Presidente della Commissione Finanze alla Camera dei Deputati. «Innovazione , tecnologia, digitalizzazione devono essere al servizio del potenziamento di una filiera, e non sostituire cibi di qualità con alimenti di cui non abbiamo sufficienti conoscenze», ha dichiarato in riferimento alla carne sintetica su cui il Governo ha annunciato la prossima introduzione di divieto di produzione. Uno sguardo infine alle prossime elezioni del Parlamento europeo, «un’occasione - ha auspicato - per difendere con forza gli interessi delle produzioni nazionali» e alla Legge di Bilancio, con diverse opportunità rivolte anche al mondo agricolo, nonostante la difficile congiuntura economica attuale.

Le più lette

Vedi tutte
Borsa merci: prezzo grano duro invariato. Schiavone: Decisivo il ruolo delle Organizzazioni dei produttori per fermare le speculazioni
08 settembre 2023Dal Territorio
Borsa merci: prezzo grano duro invariato. Schiavone: Decisivo il ruolo delle Organizzazioni dei produttori per fermare le speculazioni
TEA e carbon farming, passi avanti in Europa. Soddisfazione di Confagricoltura
07 settembre 2023Comunicati
TEA e carbon farming, passi avanti in Europa. Soddisfazione di Confagricoltura
Copa-Cogeca: Piconcelli vicepresidente del Gruppo foreste
06 settembre 2023Notizie Brevi
Copa-Cogeca: Piconcelli vicepresidente del Gruppo foreste
Borghi piu' belli: Confagricoltura e Agriturist al XV Festival di Lucignano dall'8 al 10 settembre
06 settembre 2023Comunicati
Borghi piu' belli: Confagricoltura e Agriturist al XV Festival di Lucignano dall'8 al 10 settembre
Agricoltura sociale: Al via il bando 2023 per sostenere progetti d'inclusione
08 agosto 2023Comunicati
Agricoltura sociale: Al via il bando 2023 per sostenere progetti d'inclusione
Meeting Rimini, Giansanti: Un onore partecipare al dibattito sui più alti valori della vita. Confagricoltura è impresa e anche persona
25 agosto 2023Comunicati
Meeting Rimini, Giansanti: Un onore partecipare al dibattito sui più alti valori della vita. Confagricoltura è impresa e anche persona
In Veneto qualità e prospettive buone per le mele di Biancaneve
07 settembre 2023Dal Territorio
In Veneto qualità e prospettive buone per le mele di Biancaneve
Giansanti ad Agorà: “Vendemmia con luci e ombre, l’Italia scelga su quali settori puntare”
31 agosto 2023Dicono di noi
Giansanti ad Agorà: “Vendemmia con luci e ombre, l’Italia scelga su quali settori puntare”
Confagricoltura incontra delegazione argentina: punti di convergenza e necessità di reciprocità
01 settembre 2023Comunicati
Confagricoltura incontra delegazione argentina: punti di convergenza e necessità di reciprocità
Borghi, Congionti a 'Radio Uno Box': "Valorizzare i territori rurali, da sempre il nostro obiettivo"
07 settembre 2023Notizie Brevi
Borghi, Congionti a 'Radio Uno Box': "Valorizzare i territori rurali, da sempre il nostro obiettivo"
Chiudi