arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Dal Territorio

Grandinate, danni ai vigneti nel territorio feltrino

26 luglio 2021
Grandinate, danni ai vigneti nel territorio feltrino -  Dal Territorio | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

 

Guarnieri: “L’ultima di ieri ha colpito le zone di Cesiomaggiore, Pederobba e Cesio
È la terza nel giro di poche settimane: alcuni produttori hanno avuto perdite al cento per cento”

 

Belluno, 26 luglio 2020 – Perdite fino al cento per cento di uva nei vigneti a causa della grandinata che ieri pomeriggio ha flagellato il territorio feltrino. Chicchi di grandine come palline da ping-pong hanno bersagliato le colture, già colpite più volte durante questo mese, facendo disastri nella zona di Cesiomaggiore.

“I nostri produttori stanno compiendo le verifiche nei campi - spiega Enzo Guarnieri, vicepresidente di Confagricoltura Belluno e presidente del Consorzio Coste del Feltrino -, ma sappiamo che la tempesta ha colpito duro a Cesiomaggiore, Pederobba, Cesio e Santa Giustina. I produttori colpiti hanno avuto mediamente danni attorno al 30 per cento, ma c’è anche qualcuno che ha perso tutta l’uva. Siamo preoccupati perché questa è la terza grandinata di media gravità, nel giro di poche settimane, che colpisce i viticoltori. Una, che proveniva da Nord, ha colpito l’area da Mugnai a Pedavena. L’altra ha preso in pieno la zona di Seren del Grappa e dintorni”.

Marco De Bacco, titolare dell’azienda vitivinicola omonima, vincitore di numerosi riconoscimenti grazie a vigneti autoctoni e resistenti come Solaris, Pavana e Bianchetta, è tra i produttori più colpiti. “Ieri alle 17.30 è venuta giù tanta di quella grandine da fare un macello di foglie e grappoli – dice -. Nel mio vigneto di Cesiomaggiore, a Chardonnay e Pinot, in alcune parti c’è poco da salvare. In altri ci sono danni del 30 per cento. E gli altri produttori nella zona sono nelle mie stesse condizioni. Ho vigneti in altre zone, come Seren del Grappa e Fonzaso, dove ho preso le grandinate precedenti. Ma nessuna è stata una batosta come questa. Altrove, infatti, la perdita di produzione sarà minima, perché le rese sono alte e l’uva si è ripresa bene”.

La grandine ha rovinato un’annata che stava procedendo per il meglio. “Contrariamente all’anno scorso la piovosità di maggio e giugno è stata più contenuta – riassume Guarnieri -. I grappoli sono cresciuti quindi sani e gli attacchi di peronospera sono stati molto limitati. Eravamo molto soddisfatti e pregustavamo un’ottima vendemmia, ma la tempesta ha cambiato le prospettive. C’è chi potrà brindare a una buona annata e chi meno. Bisogna passare indenni questi ultimi giorni di luglio, nei quali si preannuncia ancora qualche temporale, e poi agosto. Grossi pericoli legati alle malattie non ce ne sono. La stagione è in ritardo di una decina di giorni, perché la primavera è stata piuttosto fredda. Ci auguriamo di portare comunque a casa una buona qualità e quantità, come l’anno scorso. Gli ettari in produzione sono costantemente in aumento, con un potenziale produttivo di oltre 300.000 bottiglie. Sono in aumento le aziende che hanno adottato il metodo biologico, un fattore consequenziale all’adozione di varietà di vite resistenti”.

Le più lette

Vedi tutte
L’Associazione Dimore Storiche Italiane lancia un Bando di 1 milione di euro grazie alla donazione di Airbnb
L’Associazione Dimore Storiche Italiane lancia un Bando di 1 milione di euro grazie alla donazione di Airbnb
19 settembre 2022Notizie Brevi
Rincari, Confagricoltura: A rischio l'olio extravergine Made in Italy
Rincari, Confagricoltura: A rischio l'olio extravergine Made in Italy
19 settembre 2022Comunicati
PAC 2023-2027, quale futuro per le aziende? Se ne discuterà il 26 settembre, nella prima puntata di “Detto e fatto”, nuovo format ideato dall'UPA di Siena
PAC 2023-2027, quale futuro per le aziende? Se ne discuterà il 26 settembre, nella prima puntata di “Detto e fatto”, nuovo format ideato dall'UPA di Siena
23 settembre 2022Dal Territorio
UE, Massimiliano Giansanti rieletto vicepresidente del COPA
UE, Massimiliano Giansanti rieletto vicepresidente del COPA
23 settembre 2022Comunicati
Nicodemi è il nuovo presidente del Consorzio tutela vini d’Abruzzo. Eletto per la prima volta un produttore privato
Nicodemi è il nuovo presidente del Consorzio tutela vini d’Abruzzo. Eletto per la prima volta un produttore privato
20 settembre 2022Dal Territorio
Aperte le iscrizioni per il Master in Diritto Alimentare. Tariffe agevolate per i soci di Confagricoltura
Aperte le iscrizioni per il Master in Diritto Alimentare. Tariffe agevolate per i soci di Confagricoltura
23 settembre 2022Notizie Brevi
Credito, Giansanti: “Necessario il rinnovo delle moratorie e delle garanzie pubbliche”. Confagricoltura rilancia l’appello dell’ABI
Credito, Giansanti: “Necessario il rinnovo delle moratorie e delle garanzie pubbliche”. Confagricoltura rilancia l’appello dell’ABI
21 settembre 2022Comunicati
DL Aiuti ter, Confagricoltura: E' un primo passo che accoglie l'appello delle imprese sul caro energia. Necessarie ulteriori misure per garantire continuità del processo produttivo
DL Aiuti ter, Confagricoltura: E' un primo passo che accoglie l'appello delle imprese sul caro energia. Necessarie ulteriori misure per garantire continuità del processo produttivo
16 settembre 2022Comunicati
“Innovazione digitale come motore della competitività e della sostenibilità dell’agricoltura italiana”. Ricerca 2022 dell’Osservatorio Smart AgriFood
“Innovazione digitale come motore della competitività e della sostenibilità dell’agricoltura italiana”. Ricerca 2022 dell’Osservatorio Smart AgriFood
20 settembre 2022Notizie Brevi
CETA: A cinque anni dall'entrata in vigore dell'accordo commerciale, risultati ampiamente positivi
CETA: A cinque anni dall'entrata in vigore dell'accordo commerciale, risultati ampiamente positivi
22 settembre 2022Comunicati
Chiudi