arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Dicono di noi

I rischi della fine della “monosuccessione” colturale: ne parlano Schiavone e Soldi al Corriere Daily

09 novembre 2023
I rischi della fine della “monosuccessione” colturale: ne parlano Schiavone e Soldi al Corriere Daily -  Dicono di noi | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

“Il divieto della “monosuccessione” colturale, previsto dalla nuova PAC, che impone una rotazione colturale, rischia di spingere molti agricoltori ad abbandonare i campi”. Lo ha detto Filippo Schiavone, componente della Giunta di Confagricoltura nazionale e presidente di Confagricoltura Foggia, ai microfoni del Corriere Daily, il podcast del Corriere.it.

Un escamotage per ovviare a questo divieto, come ha sottolineato Schiavone, sarebbe possibile se ci fosse una ripresa dei mercati tale da spingere gli agricoltori a rinunciare al titolo di base, cioè all’incentivo europeo, per concentrarsi esclusivamente sulla coltivazione, a prescindere dall’aiuto.

Il divieto alla monosuccessione ha alla base motivazioni ambientali. E a proposito di questo, il rappresentante di Confagricoltura ha ricordato come la nuova PAC abbia spostato tutta l’attenzione sull’ambiente, tralasciando del tutto i mercati, che per le imprese sono invece fondamentali. L’impossibilità a coltivare per due anni consecutivi lo stesso prodotto si rivela poi particolarmente svantaggiosa per quelle aree del nostro Paese, come la provincia di Foggia e il meridione in generale, in cui le condizioni climatiche rendono praticamente impossibile la rotazione colturale.

A questo, ha bene evidenziato Schiavone, si aggiungono altri due fattori che rendono il tutto penalizzante per le imprese: la minor redditività dei prodotti che andrebbero alternati a grano e mais, quali soia, sorgo, avena, ecc. e la volatilità dei prezzi di una commodity come il grano duro (sono infatti di gran lunga inferiori rispetto agli anni precedenti, si è arrivati a 37/38 euro per quintale, rispetto ai 57/58 euro al quintale del passato) e la remunerazione per i produttori ha subito un forte calo.

Dello stesso avviso è Cesare Soldi, presidente dell’Associazione nazionale maiscoltori italiani, il quale ha sottolineato anche le difficoltà che la rotazione colturale comporterebbe per gli allevatori, dal momento che il mais è la materia prima fondamentale per l’alimentazione degli animali. Anche Soldi, come Schiavone, ha ribadito come le alternative a grano e mais, che dovrebbero alternarsi nella coltivazione, siano molto meno remunerative e difficilmente coltivabili, soprattutto in quelle zone colpite da avversità climatiche come l’estrema siccità.

E’ necessaria ed auspicabile pertanto una deroga anche per il 2024.

Le più lette

Vedi tutte
Borsa merci: prezzo grano duro invariato. Schiavone: Decisivo il ruolo delle Organizzazioni dei produttori per fermare le speculazioni
08 settembre 2023Dal Territorio
Borsa merci: prezzo grano duro invariato. Schiavone: Decisivo il ruolo delle Organizzazioni dei produttori per fermare le speculazioni
TEA e carbon farming, passi avanti in Europa. Soddisfazione di Confagricoltura
07 settembre 2023Comunicati
TEA e carbon farming, passi avanti in Europa. Soddisfazione di Confagricoltura
Copa-Cogeca: Piconcelli vicepresidente del Gruppo foreste
06 settembre 2023Notizie Brevi
Copa-Cogeca: Piconcelli vicepresidente del Gruppo foreste
Borghi piu' belli: Confagricoltura e Agriturist al XV Festival di Lucignano dall'8 al 10 settembre
06 settembre 2023Comunicati
Borghi piu' belli: Confagricoltura e Agriturist al XV Festival di Lucignano dall'8 al 10 settembre
Agricoltura sociale: Al via il bando 2023 per sostenere progetti d'inclusione
08 agosto 2023Comunicati
Agricoltura sociale: Al via il bando 2023 per sostenere progetti d'inclusione
Meeting Rimini, Giansanti: Un onore partecipare al dibattito sui più alti valori della vita. Confagricoltura è impresa e anche persona
25 agosto 2023Comunicati
Meeting Rimini, Giansanti: Un onore partecipare al dibattito sui più alti valori della vita. Confagricoltura è impresa e anche persona
In Veneto qualità e prospettive buone per le mele di Biancaneve
07 settembre 2023Dal Territorio
In Veneto qualità e prospettive buone per le mele di Biancaneve
Giansanti ad Agorà: “Vendemmia con luci e ombre, l’Italia scelga su quali settori puntare”
31 agosto 2023Dicono di noi
Giansanti ad Agorà: “Vendemmia con luci e ombre, l’Italia scelga su quali settori puntare”
Confagricoltura incontra delegazione argentina: punti di convergenza e necessità di reciprocità
01 settembre 2023Comunicati
Confagricoltura incontra delegazione argentina: punti di convergenza e necessità di reciprocità
Borghi, Congionti a 'Radio Uno Box': "Valorizzare i territori rurali, da sempre il nostro obiettivo"
07 settembre 2023Notizie Brevi
Borghi, Congionti a 'Radio Uno Box': "Valorizzare i territori rurali, da sempre il nostro obiettivo"
Chiudi