arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Mondo Agricolo news

Caro bollette, De Michelis (Federazione nazionale florovivaismo): "Impossibile produrre in serra riscaldata"

22 febbraio 2022
Foto di Andrea Sampietro -  Mondo Agricolo news | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana
Foto di Andrea Sampietro

"Sono altissimi oggi i costi per produrre in serra riscaldata, a causa aumenti esponenziali dei costi di produzione, le bollette elettriche in primis, ma anche quelli degli imballaggi e dei concimi, che finiscono per mettere in grandi difficoltà i produttori florovivaistici. Il gas ha subito un aumento del 700% e sono cresciuti anche i prezzi dei sistemi di riscaldamento a biomassa. Tanto che presto in Italia, a causa dell’esplosione dei costi energetici, non sarà più possibile coltivare in serra riscaldata e ci sarà una 'migrazione' di alcune produzioni in Paesi più caldi". Così Luca de Michelis, presidente della Federazione nazionale florovivaismo di Confagricoltura, nonché presidente regionale di Confagricoltura Liguria, traccia un quadro piuttosto critico dell’attuale congiuntura di settore. "E’ già avvenuto per alcune colture floricole che un tempo erano prodotte nel nostro Paese. In Liguria, dove la floricoltura vale l’88% della plv agricola, riusciamo a stento a coltivare ancora i ranuncoli, che non necessitano di costi di riscaldamento e sono diffusi in tutta la regione. Non si possono invece più utilizzare al momento, proprio per non far aumentare la bolletta energetica, i sistemi di forzatura necessari per altri prodotti. Anche il più grande produttore europeo di crisantemi recisi, che coltiva in Sicilia, ha avuto enormi problemi".

Per quanto riguarda invece il mercato, la domanda resta molto alta. Negli ultimi anni è aumentata la vendita di fiori recisi legata al ritorno ad alcune abitudini galanti di un tempo. "Anche a San Valentino, ultima ricorrenza festeggiata, il bilancio – sottolinea De Michelis – è stato positivo. La prossima occasione di consumo sarà l’8 marzo, festa della Donna. La mimosa, che assieme alla ginestra è un’altra produzione tipica della Liguria, è già pronta perché la fioritura è anticipata rispetto agli altri anni a causa delle temperature molto miti».

L’annata sembra favorevole anche per la forte domanda di piante in vaso, dalle aromatiche alle piante fiorite, ma sono ricercate anche le alberature prodotte in Toscana e in altre regioni. "L’appeal del verde – conferma De Michelis – è oggi in crescita, complice forse il lockdown che ha cambiato un po’ le abitudini frenetiche della vita quotidiana facendo riscoprire la cura delle piante ornamentali". (F.B.)

Le più lette

Vedi tutte
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
18 aprile 2024Comunicati
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
18 aprile 2024Dicono di noi
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
17 aprile 2024Comunicati
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
Crédit Agricole Italia prima banca ad operare con il Pegno Rotativo per il mondo del vino. Incontro organizzato da Crédit Agricole Italia e Confagricoltura nello spazio dell’Associazione a Vinitaly
17 aprile 2024Comunicati
Crédit Agricole Italia prima banca ad operare con il Pegno Rotativo per il mondo del vino. Incontro organizzato da Crédit Agricole Italia e Confagricoltura nello spazio dell’Associazione a Vinitaly
Cicloturismo: oggi in Confagricoltura siglata partnership tra la FCI e Agriturist
17 aprile 2024Comunicati
Cicloturismo: oggi in Confagricoltura siglata partnership tra  la FCI e Agriturist
Agronetwork e il Cluster nazionale Agrifood presentano a Vinitaly il Position paper sugli effetti dell’assunzione di vino in modo responsabile
17 aprile 2024Comunicati
Agronetwork e il Cluster nazionale Agrifood presentano a Vinitaly il Position paper sugli effetti dell’assunzione di vino in modo responsabile
Vinitaly, cala il sipario sulla 56esima edizione che conferma la centralità di Confagricoltura nel mondo del vino
17 aprile 2024Comunicati
Vinitaly, cala il sipario sulla 56esima edizione che conferma la centralità di Confagricoltura nel mondo del vino
Parmigiani a 'Petrolio': “La comunicazione distorta sui maltrattamenti agli animali non è rappresentativa degli allevamenti intensivi italiani e fomenta l’odio”
17 aprile 2024Comunicati
Parmigiani a 'Petrolio': “La comunicazione distorta sui maltrattamenti agli animali non è rappresentativa degli allevamenti intensivi italiani e fomenta l’odio”
PSA, la malattia continua a diffondersi mettendo a rischio l'export di prosciutti italiani. Bene l'azione del ministro Lollobrigida
17 aprile 2024Comunicati
PSA, la malattia continua a diffondersi mettendo a rischio l'export di prosciutti italiani. Bene l'azione del ministro Lollobrigida
Il ruolo della digitalizzazione nelle imprese agricole: il presidente Giansanti su Italia Oggi
17 aprile 2024Dicono di noi
Il ruolo della digitalizzazione nelle imprese agricole: il presidente Giansanti su Italia Oggi
Chiudi