arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Mondo Agricolo news

Confagricoltura:“La filiera italiana insieme per il rilancio del cavallo”

13 novembre 2021
Confagricoltura:“La filiera italiana insieme per il rilancio del cavallo” -  Mondo Agricolo news | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

La filiera italiana del cavallo deve marciare unita per il rilancio del cavallo. E’ l’appello lanciato oggi a Fieracavalli a Verona dal presidente della Federazione nazionale cavalli di Confagricoltura (che conta 300.000 associati) Ferruccio Badi, che ha incontrato l’onorevole Maria Chiara Gadda, capogruppo di Italia Viva in commissione Agricoltura alla Camera e il segretario generale della Federazione italiana sport equestri (Fise), Simone Perillo, per definire un programma che riparta dall’allevamento. A fare gli onori di casa Roberto Toniatti Giacometti, presidente della sezione equina di Confagricoltura Veneto, Paolo Ferrarese, vicepresidente di Confagricoltura Veneto e il direttore regionale dell’organizzazione, Silvia Marchetti.

“Quella del cavallo è una filiera che parte dal seme e passa dall’allevamento per arrivare al cliente finale che acquista l’animale – ha sottolineato Badi -. Abbiamo una serie di difficoltà in questo momento, con poca chiarezza sulla collocazione del cavallo che è un po’ in agricoltura, un po’ nello sport, un po’ negli animali d’affezione. Noi facciamo gli allevatori, abbiamo delle aziende e dei dipendenti, paghiamo le tasse, creiamo Pil e quindi vogliamo che l’allevamento di cavalli divenga un settore agricolo a tutti gli effetti, anche dal punto di vista fiscale, amministrativo e previdenziale. Ci sono problemi legati ai Psr, i Piani di sviluppo regionali e il grosso capitolo legato all’Iva, dove esiste una grande discrepanza tra cavalli legati alla produzione alimentare e non. E’ fondamentale, per noi agricoltori, poter beneficiare dell’Iva agricola al 10% anziché al 22%, che è l’aliquota ordinaria. Dobbiamo lavorare uniti per superare queste criticità, al fine di poter lavorare tutti in sicurezza e soprattutto creando reddito”.

Perillo concorda sulla necessità di fare squadra: “Il mondo sportivo e quello agricolo devono collaborare per una filiera forte, che sia la base del rilancio del settore. In dicembre presenteremo una ricerca che dimostrerà l’impatto enorme che le attività legate al cavallo hanno sul Pil. Noi stiamo registrando una crescita esponenziale dei nostri tesserati, passati dai 130.000 dello scorso anno ai 170.000 del 2021, il che significa che c’è una grandissima domanda di sport equestri sani, all’aria aperta, con valori meravigliosi grazie al cavallo. Perciò è fondamentale per noi avere la collaborazione con la realtà del mondo degli allevatori, come Confagricoltura, con l’obiettivo di poter presentare cavalli sempre più performanti e di qualità, che possano assecondare questa grande domanda di sport equestri”.

Aggiunge Roberto Toniatti Giacometti: “Gli allevatori di cavalli non sono mai stati considerati parte del mondo agricolo, quando invece l’ippicoltura è l’attività agricola per eccellenza. Al contrario di altri settori, dove gran parte delle attività sono meccanizzate o digitali, l’allevamento del cavallo necessita di manodopera e molta attività manuale, oltre che di pascoli e foraggio, elementi fondamentali per le aziende agricole. Inoltre c’è una grande riscoperta del cavallo in ambiti come l’agriturismo, l’ippoterapia e il turismo equestre”.

L’onorevole Maria Chiara Gadda, capogruppo di Italia Viva in commissione Agricoltura alla Camera, ha rimarcato la necessità di un’unità del mondo politico e delle organizzazioni agricole affinché venga approvata la sua proposta di legge sull’ippicoltura.  “C’è urgenza che la legge vada in porto al più presto per uniformare un quadro legislativo assai frammentato – ha detto -. L’ippicoltura italiana insieme a tutta la filiera allevatoriale sta affrontando una grave crisi di sistema. Bisogna correre ai ripari altrimenti perderemo una eccellenza del made in Italy. La proposta di legge punta a comprendere esplicitamente nell’attività agricola l’allevamento degli equidi in tutte le sue fasi, in modo che l’ippicoltura sia considerata un’attività agricola a tutti gli effetti. Alla Camera sono stati presentati parecchi emendamenti, che puntano a definire le diverse farsi dell’attività agricola coerentemente con il Codice civile. Ora attendiamo i pareri del Governo affinché questa proposta di legge possa tornare in aula e poi essere inviata al Senato per proseguire il suo iter”.

Le più lette

Vedi tutte
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
17 aprile 2024Comunicati
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
Crédit Agricole Italia prima banca ad operare con il Pegno Rotativo per il mondo del vino. Incontro organizzato da Crédit Agricole Italia e Confagricoltura nello spazio dell’Associazione a Vinitaly
17 aprile 2024Comunicati
Crédit Agricole Italia prima banca ad operare con il Pegno Rotativo per il mondo del vino. Incontro organizzato da Crédit Agricole Italia e Confagricoltura nello spazio dell’Associazione a Vinitaly
Cicloturismo: oggi in Confagricoltura siglata partnership tra la FCI e Agriturist
17 aprile 2024Comunicati
Cicloturismo: oggi in Confagricoltura siglata partnership tra  la FCI e Agriturist
Il ruolo della digitalizzazione nelle imprese agricole: il presidente Giansanti su Italia Oggi
17 aprile 2024Dicono di noi
Il ruolo della digitalizzazione nelle imprese agricole: il presidente Giansanti su Italia Oggi
Vinitaly, Castellucci a Telepace: “Mondo del vino capace di reagire al complesso momento che sta vivendo”
17 aprile 2024Dicono di noi
Vinitaly, Castellucci a Telepace: “Mondo del vino capace di reagire al complesso momento che sta vivendo”
Vino, consumi e mercati. Il confronto con Ismea e i Consorzi nello stand di Confagricoltura a Vinitaly
16 aprile 2024Comunicati
Vino, consumi e mercati. Il confronto con Ismea e i Consorzi nello stand di Confagricoltura a Vinitaly
Bene lo sblocco del credito d'imposta per gli investimenti 4.0 effettuati tra il 2023 e il 2024. Si proceda subito con decreto attuativo
16 aprile 2024Comunicati
Bene lo sblocco del credito d'imposta per gli investimenti 4.0 effettuati tra il 2023 e il 2024. Si proceda subito con decreto attuativo
Agronetwork a Vinitaly con "Le bevande in Italia: tematiche e tendenze"
16 aprile 2024Comunicati
Agronetwork a Vinitaly con "Le bevande in Italia: tematiche e tendenze"
Vinitaly, Giansanti a RDS: “Momento importante per promuovere la grande distintività del vino italiano”
16 aprile 2024Dicono di noi
Vinitaly, Giansanti a RDS: “Momento importante per promuovere la grande distintività del vino italiano”
Made in Italy, Giansanti: "Verso un nuovo record nell'agroalimentare"
15 aprile 2024Comunicati
Made in Italy, Giansanti: "Verso un nuovo record nell'agroalimentare"
Chiudi