arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Mondo Agricolo news

La Tenuta del Monsignore della famiglia Bacchini iscritta al Registro delle imprese storiche italiane

18 luglio 2023
La Tenuta del Monsignore della famiglia Bacchini iscritta al Registro delle imprese storiche italiane -  Mondo Agricolo news | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

Un’azienda di famiglia tra le più apprezzate del territorio riminese si riscopre tra le più longeve e antiche del mondo. E finisce di diritto nel Registro delle imprese storiche. E' la Tenuta del Monsignore di San Giovanni Marignano, socia di Confagricoltura Forlì-Cesena e Rimini. Fondata nel 1385, appartiene da sempre alla famiglia Bacchini che grazie al contributo di un team di esperti - i professori Francesco Raimondi e Lucia de Nicolò per la ricerca archivistica, il dottor Emiliano Bianchi per la traduzione di alcuni testi in latino - è riuscita a risalire alle sue origini. Una scoperta da record. “Stando all’elenco della rivista di economia americana Family Business siamo la terza azienda agricola-vinicola al mondo al pari di Marchese Antinori: davanti a noi ci sono solo Chateau Goulaine-Loira, nata nell’anno 1000, e la fiorentina Barone Ricasoli, fondata nel 1141”, spiega con orgoglio Sandro Bacchini, attuale proprietario della Tenuta. 

“Tenuta del Monsignore è un’eccellenza per il nostro territorio, ma anche un punto di riferimento nel mondo vitivinicolo – sottolinea il presidente di Confagricoltura provinciale Carlo Carli – Il riconoscimento che arriva con l’iscrizione nel Registro delle imprese storiche ci riempie di orgoglio, anche perché colloca l’azienda nel ristretto gotha delle più antiche al mondo: non è solo una questione di date e  record, ma di tradizioni, saperi e capacità di innovarsi nel tempo nel solco di una storia familiare che da quasi 20 generazioni lavora la terra dando un grosso contributo, non solo in Romagna, alla crescita dell’agricoltura e della viticoltura in particolare. I Bacchini sono una vera ‘dinastia di mestiere’, un vanto per tutto il nostro mondo”.

Ma come è nato il percorso che ha portato la Tenuta del Monsignore a potersi fregiare di questo riconoscimento? “Tutto è partito dalla mia passione per la ricerca storica - racconta Sandro Bacchini -. Con l’apporto del professor Raimondi abbiamo consultato più di 10.000 atti notarili e una ricerca che spazia dal 1100 ad oggi per risalire alle radici della mia famiglia. Abbiamo dedotto che i Bacchini sono una dinastia di mestiere contadina romagnola che ha legami con una famiglia di Firenze”. La Tenuta del Monsignore è oggi un’azienda che, dopo 19 generazioni e 638 anni di storia, conta 148 ettari di cui 82 di vigneto e 20 a oliveto, è dotata di una cantina da 15mila ettolitri e di un frantoio all’avanguardia per l’olio d’oliva. E per di più svolge attività agrituristica.

Il prossimo passo, magari, sarà quello di far conoscere al mondo alcune delle imprese compiute da questa eccellenza romagnola. “Mio figlio Francesco - prosegue l’imprenditore -, che oggi purtroppo non c’è più, è stato il primo al mondo a introdurre in agricoltura l’uso del sistema di visione nella robotica, brevettato nel 1998. Un’invenzione che oggi è diffusa in vari settori. Nel 2000 questo suo progetto ha rappresentato l’Italia in un importante convegno scientifico a Tokyo. E tre anni prima era stato premiato dal governo francese in qualità di macchina innovativa in campo agricolo. Nessuno, nel nostro Paese, ha mai dato il giusto rilievo a questa impresa: mi piacerebbe che qualcuno prima o poi lo facesse”.  

La Tenuta oggi è guidata da Nicoletta, l’altra figlia di Sandro Bacchini, il quale continua a presidiare quotidianamente l’impresa di famiglia. “Mi vanto personalmente di aver partecipato attivamente a 68 vendemmie - conclude il vitivinicoltore -, trasformare un grappolo d’uva in vino è la mia vita. E so che le invenzioni geniali di Francesco, unite all’intelligenza e alla volontà ferrea di Nicoletta, permetteranno alla tradizione e alla storia di questa azienda di innestarsi al meglio in tutto ciò che ci riserva il futuro”.

Le più lette

Vedi tutte
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
18 aprile 2024Comunicati
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
18 aprile 2024Dicono di noi
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
17 aprile 2024Comunicati
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
Crédit Agricole Italia prima banca ad operare con il Pegno Rotativo per il mondo del vino. Incontro organizzato da Crédit Agricole Italia e Confagricoltura nello spazio dell’Associazione a Vinitaly
17 aprile 2024Comunicati
Crédit Agricole Italia prima banca ad operare con il Pegno Rotativo per il mondo del vino. Incontro organizzato da Crédit Agricole Italia e Confagricoltura nello spazio dell’Associazione a Vinitaly
Cicloturismo: oggi in Confagricoltura siglata partnership tra la FCI e Agriturist
17 aprile 2024Comunicati
Cicloturismo: oggi in Confagricoltura siglata partnership tra  la FCI e Agriturist
Agronetwork e il Cluster nazionale Agrifood presentano a Vinitaly il Position paper sugli effetti dell’assunzione di vino in modo responsabile
17 aprile 2024Comunicati
Agronetwork e il Cluster nazionale Agrifood presentano a Vinitaly il Position paper sugli effetti dell’assunzione di vino in modo responsabile
Vinitaly, cala il sipario sulla 56esima edizione che conferma la centralità di Confagricoltura nel mondo del vino
17 aprile 2024Comunicati
Vinitaly, cala il sipario sulla 56esima edizione che conferma la centralità di Confagricoltura nel mondo del vino
Parmigiani a 'Petrolio': “La comunicazione distorta sui maltrattamenti agli animali non è rappresentativa degli allevamenti intensivi italiani e fomenta l’odio”
17 aprile 2024Comunicati
Parmigiani a 'Petrolio': “La comunicazione distorta sui maltrattamenti agli animali non è rappresentativa degli allevamenti intensivi italiani e fomenta l’odio”
PSA, la malattia continua a diffondersi mettendo a rischio l'export di prosciutti italiani. Bene l'azione del ministro Lollobrigida
17 aprile 2024Comunicati
PSA, la malattia continua a diffondersi mettendo a rischio l'export di prosciutti italiani. Bene l'azione del ministro Lollobrigida
Il ruolo della digitalizzazione nelle imprese agricole: il presidente Giansanti su Italia Oggi
17 aprile 2024Dicono di noi
Il ruolo della digitalizzazione nelle imprese agricole: il presidente Giansanti su Italia Oggi
Chiudi