arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Notizie Brevi

Fase 2, API-Confagricoltura: “Acquacoltura ferma, mancano ordini dei ristoranti per produzioni pregiate”

20 maggio 2020
Fase 2, API-Confagricoltura: “Acquacoltura ferma, mancano ordini dei ristoranti per produzioni pregiate” -  Notizie Brevi | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

“Non c’è ancora ripartenza per gli allevamenti ittici. La ripresa si avrà solo con la piena operatività del canale Ho.Re.Ca. Intanto invitiamo i consumatori a scegliere pesce di produzione nazionale”. Lo ha detto Pier Antonio Salvador, presidente dell’Api, l’associazione che riunisce i piscicoltori di Confagricoltura.
 
“L'emergenza Covid-19 ha messo in ginocchio i 650 allevamenti italiani di pesce d’acqua dolce, spesso di piccole dimensioni. – ha spiegato Salvador - La fine del lockdown, purtroppo, non ha automaticamente fatto ripartire i consumi del comparto. Chiuse le pescherie, fermi i ristoranti e il turismo, interrotta la pesca sportiva, quasi annullato l’export: le perdite per gli allevatori ittici sono state notevoli: oltre 15 milioni di euro in due mesi”.
 
Nel periodo di quarantena ha tenuto, in parte, solo la maricoltura e in particolare la produzione di spigole e orate, molto gradite dal consumatore italiano. 
 
Piena crisi per il pesce d’acqua dolce: trota, anguilla, persico, pesci gatto e ciprinidi. Per il caviale, di cui l’Italia è il primo produttore europeo e il terzo mondiale, si ipotizza la riduzione di un terzo della produzione. Le specie ittiche d’acqua dolce – ricorda l’Associazione Piscicoltori Italiani di Confagricoltura - sono circa due terzi di tutta la piscicoltura e l’export delle trote, fiore all’occhiello dell’acquacoltura italiana, prima dell’emergenza, raggiungeva il 30%.
 
“Ci siamo subito attivati perché Stato e Regioni avviassero specifiche azioni a supporto del settore. Gli allevamenti ittici non hanno potuto interrompere la propria attività e hanno continuato ad alimentare e mantenere il pesce in un adeguato stato di benessere e salute, con costi gestionali e insufficienti ritorni economici. Per il pesce “Made in Italy” – ha concluso Salvador - deve essere avviata una campagna promozionale capillare presso la GDO il canale Ho.Re.Ca. Chiediamo la massima tracciabilità e trasparenza a garanzia dell’origine alla ristorazione che, in piena attività, assorbe più del 25% del nostro prodotto”.

Le più lette

Vedi tutte
Vino: E' on line il questionario di Confagricoltura sulle misure di promozione nei Paesi Terzi
Vino: E' on line il questionario di Confagricoltura sulle misure di promozione nei Paesi Terzi
10 luglio 2020Comunicati
Bando Confagricoltura e JTI Italia: 70 mila euro per finanziare progetti di agricoltura sociale e di valore
Bando Confagricoltura e JTI Italia: 70 mila euro per finanziare progetti di agricoltura sociale e di valore
09 luglio 2020Comunicati
Agrinsieme: Grano duro, con DM per ripartizione fondo finalmente risposte concrete al comparto
Agrinsieme: Grano duro, con DM per ripartizione fondo finalmente risposte concrete al comparto
09 luglio 2020Comunicati
Food&Made in Italy Summit, Giansanti: "Con il Covid l'agroalimentare italiano ha dimostrato la sua forza"
Food&Made in Italy Summit, Giansanti: "Con il Covid l'agroalimentare italiano ha dimostrato la sua forza"
09 luglio 2020Comunicati
Caccia, Confagricoltura Toscana: “Bene le modifiche alla legge, ma serve una veloce attuazione”
Caccia, Confagricoltura Toscana: “Bene le modifiche alla legge, ma serve una veloce attuazione”
09 luglio 2020Dal Territorio
NUOVI SCENARI E SFIDE PER IL FOOD IN ITALY – Live streaming – Giovedì 9 luglio, ore 10:00
NUOVI SCENARI E SFIDE PER IL FOOD IN ITALY – Live streaming –  Giovedì 9 luglio, ore 10:00
08 luglio 2020Notizie Brevi
Webinar su Europa, Falchi: Riforma Pac non è dogma. Adeguare le politiche ai cambiamenti
Webinar su Europa, Falchi: Riforma Pac non è dogma. Adeguare le politiche ai cambiamenti
08 luglio 2020Notizie Brevi
In Romagna boom di produzione di cereali: Il servizio su RaiNews24
In Romagna boom di produzione di cereali: Il servizio su RaiNews24
08 luglio 2020Dicono di noi
Bene l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di prosciutti e salumi. Alziamo ora l'asticella alle DOP
Bene l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di prosciutti e salumi. Alziamo ora l'asticella alle DOP
07 luglio 2020Comunicati
Assemblea ANBI, Giansanti: Agricoltori essenziali per la tenuta del territorio
Assemblea ANBI, Giansanti: Agricoltori essenziali per la tenuta del territorio
07 luglio 2020Comunicati
Chiudi