arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
News

Assemblea Confagricoltura, Giansanti: "Futuro dell’Ue dipende da ruolo del nostro settore"

21 dicembre 2022
Assemblea Confagricoltura, Giansanti:

L'articolo è disponibile sull'ultimo numero di Mondo Agricolo, cartaceo e on line

Di Gabriella Bechi

Direttore responsabile Mondo Agricolo

 

Il 2022 sarà ricordato come l’anno del ritorno della guerra in Europa, con tutte le drammatiche conseguenze in termini di perdite di vite umane e di sofferenza per le popolazioni coinvolte, ma anche con le pesanti ricadute economiche sulle imprese e i cittadini, che non hanno risparmiato alcun settore”. Con queste parole il presidente Massimiliano Giansanti ha aperto l’assemblea di fine anno di Confagricoltura, un appuntamento atteso dagli imprenditori associati, arrivati numerosi e finalmente in presenza dopo le difficoltà provocate dalla pandemia. L’assemblea di quest’anno, dal titolo “Persone, Agricoltura, Ambiente”, è stata caratterizzata dalla presenza di personaggi di spicco del mondo della finanza e dell’economia nazionale e di numerosi rappresentanti del nuovo governo. Segnale evidente, questo, che l’agricoltura non è più vista come la “cenerentola” del Paese. Eppure, nonostante le criticità, questa fase presenta anche delle occasioni. “Il 2022 sarà ricordato anche per il grande impatto che la guerra ha avuto sui temi dell’alimentazione, rimettendo di fatto al centro dell’attenzione l’agricoltura nella visione strategica e nella tenuta economica e sociale dei Paesi. Tutti si sono accorti che un Paese è forte se c’è anche un’agricoltura forte”. Parallelamente alla guerra che si combatte sul campo, Giansanti ha ricordato la guerra commerciale in corso. Guerra che sta coinvolgendo tutti, con spinte inflazionistiche sui grandi temi del cibo con un impatto devastante sui Paesi più poveri, ma anche sul tessuto imprenditoriale di quelli più avanzati. “La sicurezza alimentare non è un dato di fatto acquisito per sempre e un Paese moderno deve poter produrre ciò di cui ha bisogno e, magari, riuscire anche ad esportare per creare valore e ricchezza. Questo - ha aggiunto il presidente - è ciò che noi intendiamo per sovranità alimentare”. L’agricoltura deve tornare ad essere strategica per l’Italia. “Non è ancora chiaro il nuovo assetto che emergerà dalle crisi in atto e sono incerte anche le prospettive della globalizzazione, ma risulta evidente che la copertura del fabbisogno di prodotti essenziali non può più essere affidata esclusivamente a terzi”. Salvaguardare il potenziale produttivo italiano investendo nel made in Italy agroalimentare, che quest’anno raggiungerà un fatturato di 60 miliardi di export, raddoppiato in soli sette anni “grazie agli imprenditori che con la loro valigia sono andati in giro per il mondo a vendere i loro prodotti. Immaginiamo cosa sarebbe potuto accadere se avessimo avuto una strategia per il settore a livello nazionale!”. Una strategia che ora Confagricoltura chiede all’intero governo e al ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, presente in sala. “Abbiamo un modello unico, fatto di progresso, innovazione, ai più alti livelli in termini di sostenibilità, rispetto dell’ambiente, di benessere animale, di territorio, di salubrità e sicurezza alimentare, in grado di fare la propria parte nel sequestro di Co2 e contribuire alla decarbonizzazione attraverso lo sviluppo delle energie rinnovabili”. Un patrimonio insostituibile per il presidente Giansanti, che attacca duramente i cibi sintetici, definiti frutto di una “gestione geopolitica del cibo”, e i sistemi di etichettatura come il Nutriscore, “veri strumenti di concorrenza sleale, che generano confusione e disinformazione nel consumatore”. Per Giansanti, la crisi energetica non sarà di breve durata. Le misure per contenere il caro bollette, nel primo trimestre 2023, sono una scelta del governo di assoluta rilevanza, che va necessariamente prorogata, anche se non sarà facile trovare le risorse necessarie. Sono ugualmente urgenti provvedimenti a sostegno della liquidità delle imprese, prolungando, in prima battuta, le moratorie sui prestiti accordate durante l’emergenza sanitaria, che scadranno alla fine di quest’anno. E occorre agire anche sul taglio del cuneo fiscale. A livello Ue, le richieste del presidente si focalizzano sulla Pac e sul ruolo delle imprese “attive sul mercato”, sui fertilizzanti, per i quali chiede un fondo europeo per acquisti comuni, e sulla normativa del Green Deal che riguarda l’uso degli agrofarmaci, che non può avvenire con un taglio netto, mettendo a rischio la produttività, senza prevedere efficaci alternative. Tutto questo in un’ottica di crescita e di sviluppo, fuori dall’emergenza e dal suo superamento, che veda protagoniste le imprese agricole e il loro ruolo per l’economia, i territori e le comunità in cui operano. Come sintetizza il titolo dell’assemblea di quest’anno: Persone, Agricoltura, Ambiente.

Le più lette

Vedi tutte
UE, Giansanti: "Bene presa di posizione dei capi di Stato e di governo su agricoltura, ma è indispensabile un cambiamento radicale e urgente della PAC"
19 aprile 2024Comunicati
UE, Giansanti: "Bene presa di posizione dei capi di Stato e di governo su agricoltura, ma è indispensabile un cambiamento radicale e urgente della PAC"
Confagricoltura Donna Puglia: sabato a Castellaneta la presentazione del libro 'Le grandi chef in una ricetta'
19 aprile 2024Dal Territorio
Confagricoltura Donna Puglia: sabato a Castellaneta la presentazione del libro 'Le grandi chef in una ricetta'
Food&Science Festival: presentato il programma dell'ottava edizione (Mantova, 17-19 maggio 2024)
19 aprile 2024Dal Territorio
Food&Science Festival: presentato il programma dell'ottava edizione (Mantova, 17-19 maggio 2024)
Giansanti sul Sole 24 Ore: Le politiche agricole europee dovrebbero imparare dal pragmatismo USA
19 aprile 2024Dicono di noi
Giansanti sul Sole 24 Ore: Le politiche agricole europee dovrebbero imparare dal pragmatismo USA
PSA, situazione sempre più allarmante per gli allevamenti italiani e la produzione di salumi. Rudy Milani a Radio 24
19 aprile 2024Dicono di noi
PSA, situazione sempre più allarmante per gli allevamenti italiani e la produzione di salumi. Rudy Milani a Radio 24
Vinitaly 2024: a Tg 2 Eat Parade il presidente Giansanti sulle dinamiche di mercato del comparto vitivinicolo
19 aprile 2024Dicono di noi
Vinitaly 2024: a Tg 2 Eat Parade il presidente Giansanti sulle dinamiche di mercato del comparto vitivinicolo
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
18 aprile 2024Comunicati
Confagricoltura Donna presenta alla Camera un progetto con le grandi Chef per valorizzare i prodotti dei territori
Crediti d'imposta investimenti 4.0, Confagricoltura soddisfatta per l'impegno del ministro Urso ad emanare il decreto attuativo entro la prossima settimana
18 aprile 2024Comunicati
Crediti d'imposta investimenti 4.0, Confagricoltura soddisfatta per l'impegno del ministro Urso ad emanare il decreto attuativo entro la prossima settimana
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
18 aprile 2024Dicono di noi
Marco Caprai a Rainews 24 racconta la storia dell'azienda di famiglia, impegnata anche nel sociale
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
17 aprile 2024Comunicati
Investire nel verde pubblico per affrontare i cambiamenti climatici: una priorità per l’Italia
Chiudi