arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
News

Consiglio dell’UE: adottate nuove norme per il riutilizzo dell'acqua per l'irrigazione agricola

07 aprile 2020

Oggi il Consiglio dell’UE ha adottato, mediante procedura scritta, un regolamento che faciliterà il riutilizzo delle acque reflue urbane trattate (acque depurate) per l’irrigazione agricola.
Tale decisione giunge con l’obiettivo di contrastare le crescenti pressioni cui sono sottoposte le risorse idriche dell'UE, le quali stanno accusando un costante deterioramento nella quantità e nella qualità delle acque.
 
Le nuove norme mirano a favorire il risparmio idrico mediante l'utilizzo multiplo delle acque reflue urbane, garantendo al settore agricolo i volumi idrici necessari per far fronte ad eventuali ondate di siccità, scongiurando i rischi di perdita di raccolto. Allo stesso tempo il riutilizzo delle acque garantirà anche un elevato livello di protezione per l’ambiente, contribuendo al conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dal Green Deal europeo. Lo scopo del presente regolamento è quello di favorire una maggiore diffusione di tale riutilizzo, creando un quadro che consenta agli Stati membri di praticare il riutilizzo dell'acqua, pratica che attualmente, tuttavia, è attuata ancora da un numero ristretto di Stati membri.
 
Si stima che il riutilizzo delle acque reflue adeguatamente trattate, ad esempio quelle provenienti da impianti di trattamento delle acque reflue urbane, abbia un minore impatto ambientale rispetto ad altri metodi alternativi di erogazione idrica, quali i trasferimenti d'acqua o la desalinizzazione.
 
Il riutilizzo dell'acqua a fini irrigui in agricoltura può contribuire anche a promuovere l'economia circolare nel settore recuperando i nutrienti, quali ad esempio azoto, fosforo e potassio, dalle acque trattate e applicandoli ai raccolti mediante tecniche di fertirrigazione. Il riutilizzo dell'acqua potrebbe anche ridurre potenzialmente l’uso dei concimi minerali.
 
Con la decisione odierna il Consiglio ha adottato la sua posizione in prima lettura. Il regolamento deve ora essere adottato dal Parlamento europeo in seconda lettura prima che possa essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale.
 
Qui allegato è disponibile (in italiano) il Regolamento recante le prescrizioni minime per il riutilizzo dell'acqua.

Le più lette

Vedi tutte
Decreto Rilancio, Giansanti: "Estendere gli sgravi previdenziali ad altri comparti penalizzati dalla pandemia"
Decreto Rilancio, Giansanti: "Estendere gli sgravi previdenziali ad altri comparti penalizzati dalla pandemia"
16 settembre 2020Comunicati
Agricoltori europei. Massimiliano Giansanti eletto vicepresidente del COPA
Agricoltori europei. Massimiliano Giansanti eletto vicepresidente del COPA
18 settembre 2020Comunicati
Il calo dei prezzi del grano duro non è giustificato
Il calo dei prezzi del grano duro non è giustificato
17 settembre 2020Comunicati
Morìa del kiwi. Confagricoltura chiede sinergie per sconfiggere la misteriosa malattia
Morìa del kiwi. Confagricoltura chiede sinergie per sconfiggere la misteriosa malattia
14 settembre 2020Comunicati
TIM e Confagricoltura, al via ‘Agritech Innovation Hub’ per lo sviluppo della smart agriculture
TIM e Confagricoltura, al via ‘Agritech Innovation Hub’ per lo sviluppo della smart agriculture
18 settembre 2020Comunicati
Peste Suina Africana, più controlli e monitoraggio degli effetti sul mercato
Peste Suina Africana, più controlli e monitoraggio degli effetti sul mercato
11 settembre 2020Comunicati
Dal kiwi ai maiali, ecco le nuove pandemie della campagna - Richieste e proposte di Confagricoltura
Dal kiwi ai maiali, ecco le nuove pandemie della campagna - Richieste e proposte di Confagricoltura
15 settembre 2020Dicono di noi
Confagricoltura ai parlamentari europei: “Chiarezza in etichetta quando si parla di cibo. No a denominazioni ingannevoli”
Confagricoltura ai parlamentari europei: “Chiarezza in etichetta quando si parla di cibo. No a denominazioni ingannevoli”
12 settembre 2020Comunicati
Tabacco, Giansanti: "Impegnarsi per garantire un futuro socio economico certo all'intera filiera"
Tabacco, Giansanti: "Impegnarsi per garantire un futuro socio economico certo all'intera filiera"
10 settembre 2020Comunicati
Sviluppo rurale: Fondamentale garantire tempestività e qualità della spesa pubblica in agricoltura
Sviluppo rurale: Fondamentale garantire tempestività e qualità della spesa pubblica in agricoltura
18 settembre 2020Comunicati
Chiudi