arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
News

Il Commissario per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale esorta ad utilizzare pienamente i fondi dello sviluppo rurale

14 aprile 2020

In seguito alla prima lettera datata 19 marzo 2020, in una seconda lettera indirizzata ai Ministri dell’Agricoltura degli Stati membri, il Commissario per l’Agricoltura e lo Sviluppo rurale Wojciechowski ha incoraggiato a sfruttare al massimo la flessibilità e le opportunità offerte nell’ambito delle regole sullo sviluppo rurale, al fine affrontare l’attuale emergenza.
 
Nonostante ad alcuni Stati membri resti un margine di bilancio minimo nell’ambito della PAC, il Commissario ha dichiarato che le misure che gli Stati vorranno adottare nell’ambito dei loro PSR (Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020) per finanziare azioni volte ad affrontare la crisi saranno accolte con favore dai servizi della Commissione europea, per una loro valutazione.
 
Il Commissario ha affermato che in questo momento circa 6 miliardi di euro possono ancora essere impegnati dagli Stati membri nell’ambito dei loro PSR (tale importo sale a circa 17 miliardi di euro se si considerano le risorse già messe a bando per determinate operazioni).
 
Tra le misure a sostegno del settore agricolo già annunciate dalla Commissione europea, vi è infatti la possibilità di riprogrammare la spesa nell'ambito dei PSR.
 
Il Commissario ha ricordato che diverse misure di sviluppo rurale possono essere utilizzate nell’attuale contesto e che sarà possibile programmare misure in origine non inserite nel PSR oppure estendere l’ambito di applicazione di quelle presenti od anche riallocare i fondi tra le misure.
 
I fondi PSR ancora non impegnati in Italia ammonterebbero complessivamente a circa 1-1,2 miliardi di euro, con contributi nazionali e regionali inclusi.
 
Il Commissario ha suggerito di utilizzare i fondi dello sviluppo rurale:
 
- per supportare ogni forma di cooperazione per incentivare le vendite dirette da produttore a consumatori ed anche le consegne a domicilio di prodotti essenziali come cibo o medicine per gli abitanti delle aree rurali;
- per attuare misure di cooperazione al fine di migliorare i servizi relativi all’assistenza sanitaria;
- per sostenere gli investimenti nelle aziende agricole a favore della trasformazione e della commercializzazione od anche per l’imballaggio degli alimenti o per il ripristino del potenziale produttivo in agricoltura;
- per creare servizi di sostituzione nelle aziende agricole per assenze sul lavoro, malattia o carichi di lavoro imprevisti;
- per sostenere investimenti in piccole infrastrutture e servizi locali come l'acquisto di attrezzature, l'adattamento dei centri sanitari o la creazione di strutture sanitarie mobili nelle aree rurali;
- per attivare strumenti per la gestione dei rischi volti a compensare gli agricoltori per perdite significative ed improvvise di reddito;
- per utilizzare strumenti finanziari che forniscano assistenza finanziaria alle PMI (inoltre, nell’ambito della Coronavirus Response Investment Initiative Plus, la Commissione ha esteso l’ambito di applicazione del sostegno alle PMI nelle aree rurali proponendo prestiti o garanzie a copertura dei costi operativi attraverso strumenti finanziari, per contribuire ad aumentare il flusso di cassa degli agricoltori).
 
Segue la versione originale (inglese) della Lettera del Commissario UE per l'agricoltura e lo sviluppo rurale 

Fonte Commissione europea 09.04.20
 

Le più lette

Vedi tutte
Vino: E' on line il questionario di Confagricoltura sulle misure di promozione nei Paesi Terzi
Vino: E' on line il questionario di Confagricoltura sulle misure di promozione nei Paesi Terzi
10 luglio 2020Comunicati
Bando Confagricoltura e JTI Italia: 70 mila euro per finanziare progetti di agricoltura sociale e di valore
Bando Confagricoltura e JTI Italia: 70 mila euro per finanziare progetti di agricoltura sociale e di valore
09 luglio 2020Comunicati
Agrinsieme: Grano duro, con DM per ripartizione fondo finalmente risposte concrete al comparto
Agrinsieme: Grano duro, con DM per ripartizione fondo finalmente risposte concrete al comparto
09 luglio 2020Comunicati
Food&Made in Italy Summit, Giansanti: "Con il Covid l'agroalimentare italiano ha dimostrato la sua forza"
Food&Made in Italy Summit, Giansanti: "Con il Covid l'agroalimentare italiano ha dimostrato la sua forza"
09 luglio 2020Comunicati
Caccia, Confagricoltura Toscana: “Bene le modifiche alla legge, ma serve una veloce attuazione”
Caccia, Confagricoltura Toscana: “Bene le modifiche alla legge, ma serve una veloce attuazione”
09 luglio 2020Dal Territorio
NUOVI SCENARI E SFIDE PER IL FOOD IN ITALY – Live streaming – Giovedì 9 luglio, ore 10:00
NUOVI SCENARI E SFIDE PER IL FOOD IN ITALY – Live streaming –  Giovedì 9 luglio, ore 10:00
08 luglio 2020Notizie Brevi
Webinar su Europa, Falchi: Riforma Pac non è dogma. Adeguare le politiche ai cambiamenti
Webinar su Europa, Falchi: Riforma Pac non è dogma. Adeguare le politiche ai cambiamenti
08 luglio 2020Notizie Brevi
In Romagna boom di produzione di cereali: Il servizio su RaiNews24
In Romagna boom di produzione di cereali: Il servizio su RaiNews24
08 luglio 2020Dicono di noi
Bene l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di prosciutti e salumi. Alziamo ora l'asticella alle DOP
Bene l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di prosciutti e salumi. Alziamo ora l'asticella alle DOP
07 luglio 2020Comunicati
Assemblea ANBI, Giansanti: Agricoltori essenziali per la tenuta del territorio
Assemblea ANBI, Giansanti: Agricoltori essenziali per la tenuta del territorio
07 luglio 2020Comunicati
Chiudi