arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
La registrazione del Centenario
News

La Commissione e il Fondo europeo per gli investimenti (parte del gruppo BEI) sbloccano 8 miliardi di euro di finanziamenti per 100.000 piccole e medie imprese

06 aprile 2020

In seguito alla crisi economica generata dalla pandemia Covid-19, oggi la Commissione europea ha sbloccato 1 miliardo di euro dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) a titolo di garanzia per il Fondo europeo per gli investimenti (FEI), parte del Gruppo Banca europea per gli investimenti. In questo modo il FEI potrà fornire garanzie speciali per incentivare le banche e altri finanziatori a fornire liquidità, per un importo di circa 8 miliardi di euro, ad almeno 100.000 PMI e piccole imprese a media capitalizzazione europee colpite dalle conseguenze economiche della pandemia.
 
Di seguito il comunicato della Commissione europea.
 
L'annuncio odierno risponde all'impegno assunto dalla Commissione nella comunicazione del 13 marzo, di apportare un sollievo immediato alle PMI duramente colpite grazie a fondi che saranno disponibili già in aprile e che sono parte integrante del pacchetto di misure annunciato dal gruppo BEI il 16 marzo per erogare in tempi rapidi un sostegno alle PMI e alle imprese a media capitalizzazione europee.
 
Una delle conseguenze economiche immediate della pandemia di coronavirus è l'improvvisa mancanza di liquidità che colpisce le piccole e medie imprese. Poiché si tratta delle imprese che di solito risentono maggiormente degli effetti di una crisi, è essenziale sostenerle con liquidità adeguata per consentire loro di superare la crisi. In una situazione di crisi di liquidità, tuttavia, le banche non sono incentivate a erogare prestiti alle PMI dato il repentino aumento del rischio percepito. Ecco perché sono necessarie garanzie dell'UE a sostegno di tali prestiti. A partire da oggi il FEI offre sul mercato garanzie specifiche del FEIS per limitare l'impatto della pandemia sulle piccole e medie imprese e sulle piccole imprese a media capitalizzazione.
 
Il vicepresidente esecutivo della Commissione europea per Un'economia al servizio delle persone, Valdis Dombrovskis, ha dichiarato: “In tutta l'Europa le nostre imprese sono in difficoltà. L'UE sta reagendo con rapidità per attenuare l'impatto della crisi e aiutare le piccole e medie imprese, che sono particolarmente vulnerabili. Oggi la Commissione e il Fondo europeo per gli investimenti mettono a disposizione 8 miliardi di € di finanziamenti, apportando un sostegno di cassa immediato alle PMI europee colpite dalla pandemia di coronavirus. I fondi saranno disponibili già nel mese in corso tramite banche e finanziatori locali per aiutare le imprese più duramente colpite dalla crisi."
 
Alain Godard, amministratore unico del Fondo europeo per gli investimenti, ha aggiunto: “In questa fase segnata da una crisi senza precedenti è essenziale che le PMI ricevano il sostegno necessario. Il FEI, che sta operando incessantemente per garantire una risposta rapida e adeguata alla pandemia di Covid-19, si compiace di avviare oggi con la Commissione questa nuova iniziativa da 8 miliardi di €. Benché si tratti di un primo passo importante, il gruppo BEI continuerà la ricerca di ulteriori soluzioni per soddisfare in tempi rapidi le esigenze di finanziamento degli imprenditori europei.”
 
Il miliardo di € sbloccato dal FEIS nell'ambito dello strumento di garanzia dei prestiti COSME e delle garanzie InnovFin per le PMI del programma Orizzonte 2020 consente al FEI di fornire a intermediari finanziari garanzie del valore di 2,2 miliardi di €, sbloccando così 8 miliardi di € di finanziamenti disponibili. Le garanzie saranno offerte tramite il FEI al mercato mediante un invito a manifestare interesse pubblicato oggi e destinato a diverse centinaia di intermediari finanziari, comprendenti banche e creditori alternativi. Le garanzie avranno le seguenti caratteristiche principali:
 

  • un accesso semplificato e più rapido alla garanzia del FEI;
  • una maggiore copertura del rischio: fino all'80 % delle perdite potenziali sui prestiti individuali (rispetto al consueto 50 %);
  • un'attenzione particolare al capitale di esercizio in tutta l'UE;
  • la concessione di condizioni più flessibili, quali proroga, nuova rateizzazione o sospensione dei crediti.

 
Le nuove possibilità saranno accessibili a nuovi intermediari finanziari e agli intermediari esistenti che già lavorano con il FEI e che potranno estendere le condizioni speciali a più di centomila imprese, avvalendosi di garanzie nell'ambito dei programmi COSME LGF e InnovFin SMEG.
 
Prossime tappe
Dopo l'invito odierno a manifestare interesse, gli intermediari finanziari che abbiano in corso accordi con il FEI nell'ambito dei programmi COSME e InnovFin, avranno, previa loro richiesta, accesso immediato alle nuove garanzie. Altri intermediari finanziari potranno accedere alle garanzie a seguito di una procedura di domanda rapida. In questo modo le imprese duramente colpite dalla crisi potranno disporre di nuove risorse già in aprile. Le PMI potranno rivolgersi direttamente alle loro banche e finanziatori locali partecipanti al programma, il cui nominativo sarà disponibile sul seguente sito: www.access2finance.eu.
La Commissione e il gruppo BEI continueranno a lavorare per mettere a punto ulteriori misure e utilizzeranno tutti gli strumenti a loro disposizione per aiutare a contrastare la pandemia di coronavirus e le sue conseguenze economiche.
 
Contesto
Per sbloccare 1 miliardo di € dal bilancio dell'UE, la Commissione e il gruppo BEI hanno apportato una serie di modifiche ai loro accordi specifici.
Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) fa parte del gruppo Banca europea per gli investimenti. La sua missione fondamentale è sostenere le microimprese e le piccole e medie imprese europee, facilitandone l'accesso ai finanziamenti. Il FEI elabora e sviluppa strumenti di capitale di rischio e di capitale di crescita, strumenti di garanzia e di microfinanza destinati specificamente a questo segmento di mercato. In questo ruolo il FEI promuove gli obiettivi dell'UE a sostegno dell'innovazione, della ricerca e dello sviluppo, dell'imprenditorialità, della crescita e dell'occupazione.
 
COSME è il programma dell'UE per la competitività delle imprese e le piccole e medie imprese (PMI) per il periodo 2014-2020, che dispone di un bilancio totale di 2,3 miliardi di €. Almeno il 60 % delle risorse del programma è destinato a migliorare l'accesso delle PMI ai finanziamenti in Europa mediante due strumenti finanziari. Lo strumento di garanzia dei prestiti del programma COSME offre garanzie e controgaranzie agli istituti finanziari per aiutarli a erogare nuovi prestiti e finanziamenti tramite leasing alle PMI. Lo strumento di capitale per la crescita COSME contribuisce a fornire capitale di rischio alle PMI, soprattutto nelle fasi di espansione e crescita.
 
Orizzonte 2020 è il programma UE per la ricerca e l'innovazione 2014-2020 con una dotazione totale di bilancio di 77 miliardi di €. Nell'ambito di Orizzonte 2020 gli strumenti finanziari di InnovFin, il finanziamento dell'UE per l'innovazione, hanno l'obiettivo di agevolare e accelerare l'accesso ai finanziamenti per le imprese innovative in tutta Europa. In particolare, lo strumento di garanzia delle PMI (SMEG) di InnovFin offre garanzie e controgaranzie sul finanziamento del debito comprese tra 25 000 € e 7,5 milioni di €, per migliorare l'accesso ai finanziamenti per le PMI e le imprese a media capitalizzazione innovative. Nell'ambito dello strumento SMEG di InnovFin, gestito dal FEI, gli intermediari finanziari – banche e altre istituzioni finanziarie – beneficiano di una garanzia per una quota delle perdite che potrebbero subire a fronte dei crediti concessi nel quadro di tale strumento.
 
Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) è il pilastro finanziario del piano di investimenti per l'Europa, avviato nel novembre 2014 per invertire il calo tendenziale dei livelli degli investimenti e per riportare l'Europa sulla via della ripresa economica. Il suo approccio innovativo, basato sull'uso di una garanzia fornita dal bilancio dell'UE al gruppo BEI, consente di mobilitare ingenti fondi del settore pubblico e privato per investimenti in settori strategici dell'economia europea. Il piano di investimenti per l'Europa ha già permesso di generare investimenti per oltre 460 miliardi di € e di sostenere 1,1 milioni di start-up e PMI in Europa. Dati aggiornati sul FEIS per settore e per paese sono disponibili qui.
 
Per maggiori informazioni
 
Invito a manifestare interesse destinato agli intermediari finanziari per lo strumento di garanzia dei prestiti del programma COSME
 
Invito a manifestare interesse destinato agli intermediari finanziari per lo strumento di garanzia delle PMI (SMEG) di InnovFin
 
Risposta coordinata europea al coronavirus
 
Sito web sul coronavirus
 
Sito web della BEI

 
 
FONTE: Commissione europea 06.04.2020

Le più lette

Vedi tutte
Agricoltori europei. Massimiliano Giansanti eletto vicepresidente del COPA
Agricoltori europei. Massimiliano Giansanti eletto vicepresidente del COPA
18 settembre 2020Comunicati
USA, altri 14 miliardi all'agricoltura per la ripresa post covid. Giansanti: La UE ferma a 80 milioni
USA, altri 14 miliardi all'agricoltura per la ripresa post covid. Giansanti: La UE ferma a 80 milioni
21 settembre 2020Comunicati
TIM e Confagricoltura, al via ‘Agritech Innovation Hub’ per lo sviluppo della smart agriculture
TIM e Confagricoltura, al via ‘Agritech Innovation Hub’ per lo sviluppo della smart agriculture
18 settembre 2020Comunicati
Giornata mondiale del turismo, Agriturist: Riscopriamo le campagne e le aree interne
Giornata mondiale del turismo, Agriturist: Riscopriamo le campagne e le aree interne
25 settembre 2020Comunicati
Certificazione del benessere animale. Lasagna: dovrà dare valore aggiunto agli sforzi delle imprese
Certificazione del benessere animale. Lasagna: dovrà dare valore aggiunto agli sforzi delle imprese
22 settembre 2020Notizie Brevi
Welfare aziendale, una leva strategica per affrontare l’emergenza e per la ripresa sostenibile del Paese
Welfare aziendale, una leva strategica per affrontare l’emergenza e per la ripresa sostenibile del Paese
22 settembre 2020Comunicati
Aree interne: il decreto è un buon inizio
Aree interne: il decreto è un buon inizio
19 settembre 2020Comunicati
CREA, Giansanti (Confagricoltura): Congratulazioni a Vaccari. Dare rinnovato impulso alla scienza ed all'innovazione
CREA, Giansanti (Confagricoltura): Congratulazioni a Vaccari. Dare rinnovato impulso alla scienza ed all'innovazione
25 settembre 2020Comunicati
Grande partecipazione ad "Agro-social: Seminiamo valore", il bando promosso da Confagricoltura e JTI Italia
Grande partecipazione ad "Agro-social: Seminiamo valore", il bando promosso da Confagricoltura e JTI Italia
21 settembre 2020Comunicati
“Vespa samurai contro cimice asiatica: Primi risultati positivi in Veneto”
“Vespa samurai contro cimice asiatica: Primi risultati positivi in Veneto”
19 settembre 2020Dal Territorio
Chiudi