arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativesearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
News

La Commissione europea risponde all’epidemia di COVID-19

11 marzo 2020

Ieri i Leader dell'UE hanno tenuto una videoconferenza per definire le possibili strategie da adottare in risposta all’epidemia di COVID-19. La Commissione ha ricevuto dai Leader europei il mandato di intensificare ulteriormente le azioni di risposta nei confronti dell'epidemia di COVID-19 e coordinare le strategie di contrasto tra gli Stati membri.
 
Di seguito il comunicato della Commissione europea.
 
La diffusione del virus sta generando un significativo impatto negativo sia a livello di salute pubblica sia a livello economico. È essenziale per l’UE agire collettivamente e con decisione, al fine di contenere la diffusione del virus, aiutare i pazienti e contrastare le ripercussioni a livello economico.
 
Dopo la videoconferenza, la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato:
 
"Vorrei essere molto chiara: la Commissione sta lavorando su entrambi i fronti, sia sanitario, sia economico.

  • La Commissione europea coordinerà, tramite conferenze telefoniche quotidiane, le attività di tutti i Ministri europei della sanità e degli affari interni.
  • In secondo luogo, la Commissione riunirà un gruppo di epidemiologi e virologi di diversi Stati membri i quali forniranno orientamenti e indicazioni a livello europeo.
  • La Commissione europea sta ora facendo il punto sulla disponibilità di attrezzature di protezione e sui dispositivi respiratori disponibili, nonché sulle capacità di produzione e distribuzione di questi ultimi, strumenti fondamentali per il settore sanitario.
  • Sulla ricerca e lo sviluppo, rafforzeremo l'iniziativa europea di finanziare una ricerca mirata sul Coronavirus.
  • Abbiamo mobilitato 140 milioni di euro di finanziamenti pubblici e privati per la ricerca di vaccini, il miglioramento delle diagnosi e il trattamento della malattia.

 
Sul fronte economico:
In primo luogo, dobbiamo agire a livello macroeconomico. Utilizzeremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per garantire che l'economia europea resista a questa tempesta. Ciò richiede un coordinamento tra gli Stati membri, la Commissione e la BCE. Sono confortata dal fatto che i Leader europei abbiano chiesto una strategia così coordinata. La Commissione farà la sua parte senza ritardi.
Sto lavorando alle seguenti misure a sostegno degli Stati membri:

  • Faremo in modo che gli aiuti di Stato possano arrivare alle imprese che ne hanno bisogno;
  • In secondo luogo, agiremo sulla flessibilità, una misura esistente nel Patto di stabilità e crescita;

Lunedì proporrò all’Eurogruppo idee concrete. Pertanto, su entrambi i fronti, a breve chiariremo le strategie che metteremo a disposizione per gli Stati membri.
 
Infine, porterò avanti una " Corona Response Investment Initiative" diretta a:

  • i sistemi sanitari,
  • Piccole e medie imprese;
  • mercato del lavoro;
  • e altri settori vulnerabili delle nostre economie.

L'investimento sarà considerevole e raggiungerà rapidamente i 25 miliardi di euro. Per realizzare questo obiettivo, questa settimana proporrò al Consiglio e al Parlamento di liberare 7,5 miliardi di euro di liquidità per gli investimenti. Istituirò una task force per lavorare con gli Stati membri per garantire che le risorse inizino a fluire già nelle prossime settimane.
Questo è un passo importante, una risposta coordinata e comune che i 27 capi di Stato e di governo, il Presidente del Consiglio europeo e la Commissione hanno chiesto. Ora è il momento di agire.”
 
Corona Response Investment Initiative – come funzionerà?
“Al fine di indirizzare rapidamente 25 miliardi di euro di investimenti pubblici europei per far fronte alle ricadute economiche derivanti dal Coronavirus, la Commissione proporrà di rinunciare quest'anno all'obbligo di rimborso del prefinanziamento non speso per le spese strutturali e i fondi di investimento, risorse attualmente detenute dagli Stati membri.
Gli Stati membri saranno tenuti a utilizzare questi importi per accelerare i loro investimenti nell'ambito dei fondi strutturali. Lo utilizzeranno per il cofinanziamento nazionale. Alla luce dei tassi medi di cofinanziamento in tutti gli Stati membri, i 7,5 miliardi di euro saranno in grado di innescare il rilascio e l'utilizzo di circa 17,5 - 18 miliardi di euro di finanziamenti strutturali in tutta l'UE.
Questa proposta può essere attuata attraverso una modifica del regolamento comune sull'accantonamento dei fondi strutturali.  La Commissione presenterà questa proposta al Consiglio e al Parlamento questa settimana. I programmi operativi nazionali verrebbero quindi adattati, ove necessario, per incanalare i finanziamenti verso i settori del lavoro, sanitario, e tutti quei settori che risulteranno particolarmente colpiti dall’epidemia.”
 
FONTE: Commissione europea – 10.03.2020

Le più lette

Vedi tutte
Bene l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di prosciutti e salumi. Alziamo ora l'asticella alle DOP
Bene l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di prosciutti e salumi. Alziamo ora l'asticella alle DOP
07 luglio 2020Comunicati
Assemblea ANBI, Giansanti: Agricoltori essenziali per la tenuta del territorio
Assemblea ANBI, Giansanti: Agricoltori essenziali per la tenuta del territorio
07 luglio 2020Comunicati
DL Rilancio: Bene le misure per il credito e il taglio del costo del lavoro nei comparti in crisi
DL Rilancio: Bene le misure per il credito e il taglio del costo del lavoro nei comparti in crisi
06 luglio 2020Comunicati
Inail: Importante conferma Bando ISI. Accolta anche nostra richiesta di partecipazione al prossimo Bando ISI Covid
Inail: Importante conferma Bando ISI. Accolta anche nostra richiesta di partecipazione al prossimo Bando ISI Covid
06 luglio 2020Comunicati
Giansanti: “No alla rinazionalizzazione della politica agricola” - Intervista su EURACTIV.IT
Giansanti: “No alla rinazionalizzazione della politica agricola” - Intervista su EURACTIV.IT
06 luglio 2020Dicono di noi
La grandine distrugge le produzioni nel Tarantino. Confagricoltura Puglia: Emiliano attivi procedura per calamità naturale
La grandine distrugge le produzioni nel Tarantino. Confagricoltura Puglia: Emiliano attivi procedura per calamità naturale
04 luglio 2020Dal Territorio
Confagricoltura Cosenza dona termoscanner e mascherine per il controllo della pandemia
Confagricoltura Cosenza dona termoscanner e mascherine per il controllo della pandemia
03 luglio 2020Dal Territorio
Mario Pezzotti: “Studiamo virus anti Covid da foglie di tabacco”
Mario Pezzotti: “Studiamo virus anti Covid da foglie di tabacco”
03 luglio 2020Dal Territorio
« Italie: les agriculteurs face à la pénurie de main-d’œuvre » – Grand Reportage di Radio France International
« Italie: les agriculteurs face à la pénurie de main-d’œuvre » – Grand Reportage di Radio France International
02 luglio 2020Dicono di noi
Europa, Confagricoltura: IGP "Mele del Trentino" riconosce l'impegno di un distretto produttivo di assoluta eccellenza
Europa, Confagricoltura: IGP "Mele del Trentino" riconosce l'impegno di un distretto produttivo di assoluta eccellenza
01 luglio 2020Comunicati
Chiudi