arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-x-colorsocial-xsocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Economia

Deboli le prospettive di crescita del commercio internazionale e del PIL globale

08 aprile 2023
Deboli le prospettive di crescita del commercio internazionale e del PIL globale | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

Prosegue la riduzione dei prezzi dei prodotti agricoli a livello internazionale. A marzo, secondo l’ultimo bollettino della FAO, hanno fatto registrare una diminuzione di oltre 2 punti percentuali sul livello del mese precedente. Il calo è stato del 20,5% rispetto a marzo 2022.

Alla base di questa tendenza al ribasso, hanno indicato gli esperti della Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura, c’è – tra l’altro – una crescente debolezza della domanda su scala globale.

Per i cereali, in particolare, la riduzione è sensibilmente superiore a quella media. Solo in un mese, da febbraio a marzo di quest’anno, l’indice della FAO sconta un taglio del 7% per il grano e del 4,6% per il mais.

Dati preoccupanti in ordine all’andamento e alle prospettive dell’economia mondiale sono arrivati negli ultimi giorni da altre organizzazioni internazionali. Stando alle ultime previsioni dell’Organizzazione mondiale del Commercio, gli scambi internazionali saliranno solo dell’1,7%, un punto percentuale in meno rispetto al 2022. Il rallentamento dell’interscambio commerciale si spiega con una crescita del PIL globale prevista poco sopra i 2 punti percentuali.

Da sottolineare che le proiezioni relative all’andamento del commercio internazionale e del PIL globale sono inferiori alle medie registrate negli ultimi dodici anni. Anche il Fondo monetario internazionale ha previsto una crescita debole per l’economia mondiale nei prossimi cinque anni: non oltre il 3% all’anno. Si tratta della previsione a medio termine più bassa dal 1990.

La forte riduzione in atto dei prezzi del gas, accompagnata da quella dei prezzi delle principali commodities agricole, spingono al ribasso l’inflazione. Per questo, è necessaria una grande dose di prudenza e pragmatismo nelle prossime decisioni relative all’aumento dei tassi di interesse. Una stretta monetaria eccessiva potrebbe innescare una fase recessiva che va evitata a tutti i costi.

In Italia, è già in atto un aumento delle sofferenze bancarie. Crescono anche le difficoltà di accesso al credito per le imprese, mentre gli investimenti sono fondamentali per sostenere il ciclo economico ed avanzare nel processo di transizione ambientale ed energetica. 

A tutto ciò si aggiunge anche la probabile decisione russa ventilata dal ministro degli Esteri Lavrov, che la Russia potrebbe entro metà maggio non rispettare l’accordo sul grano del Mar Nero. Infine, si segnala in vista del tavolo del 12 aprile, la preoccupazione per le forti oscillazioni sui mercati nazionali dei frumenti che creano problematiche serie per il prossimo raccolto. Facile prevedere l’instabilità dei mercati con conseguenze tutte da scoprire.

Le più lette

Vedi tutte
Aree interne, FIIAF e La Sapienza insieme per lo sviluppo e la valorizzazione. Al via i corsi per Manager d'area
19 giugno 2024Comunicati
Aree interne, FIIAF e La Sapienza insieme per lo sviluppo e la valorizzazione. Al via i corsi per Manager d'area
Riforma fiscale e attività agricole innovative: Il ministro Lollobrigida e il viceministro Leo incontrano le imprese di Confagricoltura
19 giugno 2024Comunicati
Riforma fiscale e attività agricole innovative: Il ministro Lollobrigida e il viceministro Leo incontrano le imprese di Confagricoltura
Agricoltore custode del territorio: se ne parla in Confagricoltura Siena il 20 giugno alle 9.30
19 giugno 2024Dal Territorio
Agricoltore custode del territorio: se ne parla in Confagricoltura Siena il 20 giugno alle 9.30
Giovani: “Il ritorno alla terra? Al ralenti”. Su Italia Oggi le conclusioni del Simposio organizzato da Anga-Confagricoltura
19 giugno 2024Dicono di noi
Giovani: “Il ritorno alla terra? Al ralenti”. Su Italia Oggi le conclusioni del Simposio organizzato da Anga-Confagricoltura
Lavoro: firmato a Palazzo della Valle il rinnovo del contratto per Quadri e impiegati agricoli
18 giugno 2024Comunicati
Lavoro: firmato a Palazzo della Valle il rinnovo del contratto per Quadri e impiegati agricoli
“La riforma fiscale e lo sviluppo delle attività agricole innovative e delle agroenergie”: mercoledì 19 giugno alle 10.30 a Palazzo della Valle, convegno con gli interventi di Lollobrigida e Leo
18 giugno 2024Comunicati
“La riforma fiscale e lo sviluppo delle attività agricole innovative e delle agroenergie”: mercoledì 19 giugno alle 10.30 a Palazzo della Valle, convegno con gli interventi di Lollobrigida e Leo
Incendio Sa Marigosa. Le OP ortofrutticole sarde danno il via a una raccolta fondi per la ricostruzione e il rilancio dell’importante realtà produttiva
18 giugno 2024Dal Territorio
Incendio Sa Marigosa. Le OP ortofrutticole sarde danno il via a una raccolta fondi per la ricostruzione e il rilancio dell’importante realtà produttiva
Giansanti indica le priorità per i prossimi quattro anni di Confagricoltura
18 giugno 2024Mondo Agricolo - approfondimenti
Giansanti indica le priorità per i prossimi quattro anni di Confagricoltura
Agricoltura, ANGA: Si rafforza l'impegno dei giovani europei per l'innovazione del settore
17 giugno 2024Comunicati
Agricoltura, ANGA: Si rafforza l'impegno dei giovani europei per l'innovazione del settore
Ripristino della natura: Il voto di oggi penalizza l’agricoltura e l’attività produttiva
17 giugno 2024Comunicati
Ripristino della natura: Il voto di oggi penalizza l’agricoltura e l’attività produttiva
Chiudi