arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser

Rilevazione aziende proposte OCM vino promozione nei paesi terzi

L’emergenza Coronavirus sta impattando fortemente sulla tenuta economica e sociale del Paese ed il settore agricolo, purtroppo, non è e non sarà esente da conseguenze negative di breve, medio e lungo termine. Il settore agricolo nonostante le numerose difficoltà ha proseguito la propria attività garantendo gli approvvigionamenti dei beni alimentari sulle tavole degli italiani.

Il lockdown dei pubblici esercizi ha influito negativamente sui consumi innescando un drastico calo della domanda da parte dei canali HO.RE.CA e commercio estero. Tale fenomeno ha come conseguenza la creazione di eccedenze alimentari e crollo delle quotazioni di mercato caratterizzandone gli andamenti.

Tra i settori più colpiti a causa della chiusura dei canali HO.RE.CA e delle frontiere per il commercio con l’estero, soprattutto verso i paesi asiatici, è stato quello vitivinicolo, un settore che vale circa 13,5 miliardi di euro di cui quasi il 55 % è esportato all’estero.

A questo punto diventa essenziale ragionare su proposte da presentare agli Organi governativi per mettere in pista una serie di modifiche al Decreto ministeriale 3893 del 4 aprile 2019 e Decreto direttoriale del 30 maggio 2019 n. 38781 che permetterebbero di rilanciare il settore attraverso azioni di promozione, fondamentali per la tenuta economica del comparto.

Di seguito è presentato un breve questionario utile a raccogliere le proposte e le opinioni delle aziende direttamente coinvolte nei programmi di promozione.

Informativa aziendale

Modalità di accesso alla misura agevolativa

Gli ultimi bandi della misura “promozione sui Paesi terzi” hanno previsto modalità di presentazione delle proposte che hanno indotto gli operatori interessati a costruire il progetto in funzione del maggior punteggio ottenibile anche a scapito della qualità delle attività da mettere in campo, sacrificando talvolta le proprie esigenze imprenditoriali e una ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse. Su tale presupposto,

  • Reputa che l’attuale struttura dei punteggi per il posizionamento in graduatoria dei programmi, stimato sulle condizioni “oggettive” del soggetto proponente sia consona ad incentivare azioni volte ad accrescere il valore delle nostre esportazioni vinicole?

    Indice di gradimento

  • Reputa utile valutare i programmi attraverso l’assegnazione di un punteggio parametrato sulla qualità delle attività proposte mediante una griglia di valutazione oggettiva specifica?

    Indice di gradimento

  • Il coinvolgimento di piccole e medie imprese aiuta a costruire un partenariato solido per affrontare azioni di promozioni nei paesi terzi?

    Indice di gradimento

Possibili correttivi sulle attività di promozione da sostenere nell’immediato e nel brevissimo termine

Rispetto alle attuali attività previste dal suo piano promozionale e alla luce delle limitazioni imposte dall’emergenza COVID-19 quali azioni reputa più incisive nelle campagne di promozione da mettere in campo nell’immediato e per l’annualità 2021?

Seleziona le azioni più incisive

  • Azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in particolare in termini di qualità, di sicurezza alimentare o di ambiente.

  • Partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale.

  • Campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione.

  • Studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione

  • Spese direzione tecnica e coordinamento

Rispetto alle attività promozionali attualmente inserite nel bando, quali azioni, non previste in epoca ante emergenza COVID-19 ritiene utile inserire nell’ambito della annunciata revisione dell’allegato M al decreto direttoriale n. 38781?

Seleziona le azioni che suggerisci di inserire con ipotesi dei relativi costi

  • Azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in particolare in termini di qualità, di sicurezza alimentare o di ambiente.

  • Partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale.

  • Campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione.

  • Studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione

  • Spese direzione tecnica e coordinamento

Quali iniziative progettuali occorre realizzare sui canali GDO e HO.RE.CA anche ai fini di una semplificazione della rendicontazione di dette attività ai fini del riconoscimento del finanziamento comunitario?

Nella situazione di emergenza attuale ha valutato o ipotizzato/realizzato iniziative promozionali alternative alle classiche degustazioni guidate? Se sì, può descrivere le modalità seguite e i risultati ottenuti in termini di miglioramento/consolidamento delle condizioni commerciali?

Ritiene utile prevedere, nell’ambito della specifica misura della “promozione vino sui Paesi terzi”, il sostegno al finanziamento della realizzazione di piattaforme on-line per la promozione/commercializzazione dei vini aziendali?

  • Indice di gradimento

Altri suggerimenti

Chiudi