arrow-leftarrow-rightclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-anniversario_negativelogo-confagricolturalogo-confagricoltura_negativeplaysearchsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-youtube-colorsocial-youtubeuser
Boschi e foreste

Esonero interventi compensativi nella trasformazione del bosco: accolte le proposte di Confagricoltura

20 ottobre 2020
Esonero interventi compensativi nella trasformazione del bosco: accolte le proposte di Confagricoltura - Boschi e foreste | Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 256/2020 è stato pubblicato il decreto attuativo del Mipaaf del 7 ottobre, con cui si è provveduto all’“adozione delle linee guida relative alla definizione dei criteri minimi nazionali per l'esonero dagli interventi compensativi conseguenti alla trasformazione del bosco”. Si è giunti alla definizione delle linee guida dopo un percorso condiviso al Tavolo della Filiera Foresta-Legno, a cui ha partecipato anche Confagricoltura, formulando puntuali osservazioni al testo normativo in gestazione.

Il decreto – informa Confagricoltura - vieta gli interventi di trasformazione del bosco, autorizzando esclusivamente quelli che non determinino un danno ambientale (vincolo boschivo) e che siano stati preventivamente autorizzati (prevedendo una compensazione forestale). Viene indicata però una casistica in cui si esclude l’obbligo della compensazione. In particolare viene accolta la richiesta di Confagricoltura di esonerare dalle compensazioni quelle per il ripristino delle attività agro-silvo pastorali da parte dell’agricoltore.

Confagricoltura ricorda che gli interventi che sono esclusi dall’obbligo di compensazione, nello specifico, sono le trasformazioni del bosco autorizzate: per il ripristino di habitat di interesse comunitario o riconosciuti dalla Rete Natura 2000 (solo qualora ciò sia previsto negli strumenti di gestione o pianificazione vigenti per i siti Natura 2000, i parchi nazionali, naturali ed alle riserve naturali); in aree di interfaccia urbano-rurale al fine di garantire la sicurezza pubblica e la prevenzione antincendio; in aree di pertinenza di immobili esistenti per riduzioni di superfici boscate non superiori a 2000 metri quadri a condizione che la rimanente porzione di soprassuolo conservi le caratteristiche per essere considerato bosco e che nella porzione trasformata non vengano realizzate edificazioni o ampliate quelle esistenti; quando richieste da un imprenditore agricolo ai sensi dell’art. 2135 del codice civile per ricavare aree ad uso agricolo e pastorale (in tal caso l’esonero dalla compensazione può essere concesso a condizione che le attività agricole e pastorali non cessino prima che siano decorsi almeno dieci anni dall’inizio delle attività stesse; nel caso di cessazione delle attività prima di tale termine, cessa anche l’esonero di cui al presente decreto e il terreno conserva a tutti gli effetti la destinazione a bosco e quindi i titolari delle autorizzazioni saranno tenuti alle compensazioni); per il recupero di aree dichiarate di interesse archeologico e storico artistico; volte alla conversione di boschi di castagno in castagneti da frutto, con l’obbligo di ritorno alla destinazione originaria nel caso in cui cessi l’attività di coltura castanicola (anche in questo caso l’esonero dalla compensazione può essere concesso a condizione che l’attività castanicola non cessi prima che siano decorsi almeno dieci anni dall’inizio delle attività stesse;  per la realizzazione o l’adeguamento di opere di interesse pubblico e lotta dagli incendi boschivi nonché di opere pubbliche individuate dalle Regioni, se previste dalla normativa o dagli strumenti di gestione o pianificazione di dettaglio vigenti;  per trasformazioni che interessano una superficie forestale inferiore a 1000 metri quadrati.

Le più lette

Vedi tutte
26 novembre Giornata internazionale dell'Ulivo
26 novembre Giornata internazionale dell'Ulivo
26 novembre 2020Notizie Brevi
26 novembre Giornata mondiale dell'olivo. Confagricoltura: sotto i riflettori il prodotto simbolo della dieta mediterranea. L'Italia dell'olio in affanno
26 novembre Giornata mondiale dell'olivo. Confagricoltura: sotto i riflettori il prodotto simbolo della dieta mediterranea. L'Italia dell'olio in affanno
25 novembre 2021Comunicati
Antitrust: Si rafforza la validità delle nostre posizioni a favore di una corretta informazione alimentare
Antitrust: Si rafforza la validità delle nostre posizioni a favore di una corretta informazione alimentare
23 novembre 2021Comunicati
Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Giansanti (Confagricoltura): "Di assoluto rilievo l'alleanza per sostenibilità ambientale e sovranità alimentare. Bene l'annuncio del tavolo Nutriscore"
Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Giansanti (Confagricoltura): "Di assoluto rilievo l'alleanza per sostenibilità ambientale e sovranità  alimentare. Bene l'annuncio del tavolo Nutriscore"
26 novembre 2021Comunicati
A Confagricoltura la vicepresidenza del Gruppo di Lavoro "Sviluppo Rurale" del Copa Cogeca
A Confagricoltura la vicepresidenza del Gruppo di Lavoro "Sviluppo Rurale" del Copa Cogeca
26 novembre 2021Comunicati
UE: Giusta la maggiore ambizione ambientale della nuova PAC. Ora concentrare le risorse sulle imprese professionali
UE: Giusta la maggiore ambizione ambientale della nuova PAC. Ora concentrare le risorse sulle imprese professionali
23 novembre 2021Comunicati
Impresa familiare Confagricoltura: Carlo Lasagna riconfermato presidente della FIIAF
Impresa familiare Confagricoltura: Carlo Lasagna riconfermato presidente della FIIAF
24 novembre 2021Comunicati
Deborah Piovan nuova presidente di Nogalba
Deborah Piovan nuova presidente di Nogalba
23 novembre 2021Dal Territorio
Legge di bilancio, le richieste di Confagricoltura: Lavoro, investimenti e credito per la tenuta delle imprese
Legge di bilancio, le richieste di Confagricoltura: Lavoro, investimenti e credito per la tenuta delle imprese
19 novembre 2021Comunicati
Foreste, Allasia: “Da Bruxelles ci aspettiamo maggiore attenzione per il settore”
Foreste, Allasia: “Da Bruxelles ci aspettiamo maggiore attenzione per il settore”
24 novembre 2021Comunicati
Chiudi